×

Corteo No mask a Roma: fioccano multe per i negazionisti

Condividi su Facebook

Le Forze dell'Ordine hanno inflitto 90 multe ai negazionisti che hanno partecipato al corteo no mask tenutosi a Roma sabato 10 ottobre.

multe corteo no mask

Sono previste 90 multe per i negazionisti che nella giornata di sabato 10 ottobre hanno partecipato al corteo No Mask senza indossare la mascherina. Presenti davanti alla Bocca della Verità alcuni Gilet arancioni e rappresentanti di Forza Nuova. Alta la tensione tra agenti e manifestanti: “Vergognatevi, lo arrestate solo perché senza mascherina.

Vogliamo libertà”.

Corteo no mask: 90 multe

Le Forze dell’Ordine di Roma hanno identificato 90 persone e inflitto ben 90 multe ai negazionisti del covid che nella giornata di sabato 10 ottobre hanno partecipato al corteo no mask in Piazza San Giovanni nella Capitale, senza mascherine.

Nel caso si riscontrino ulteriori violazioni normative, l’autorità giudiziaria potrebbe procedere con denunce penali. Ricordiamo infatti che il corteo nella  Capitale  ha avuto luogo in più sit-in, tra i quali davanti alla Bocca della Verità, dove erano presenti i Gilet Arancioni e Forza Nuova che protestavano contro  la “dittatura sanitaria” imposta dal Governo.

Nella fattispecie, la manifestazione non voleva assecondare le teorie negazioniste, e più volte dal palco gli organizzatori hanno invitato i partecipanti ad indossare la mascherina, specificando che non si trattava di una manifestazione si mask maneanche no mask.  Disposizoni che però in molti hanno deciso di non seguire.

Tensione alle stelle

Un manifestante non ha indossato la mascherina e non ha voluto fornire la sua identità. Per questo motivo, le forze dell’Ordine lo hanno fermato, così come altri manifestanti che hanno deciso di seguire il suo cattivo esempio.

Vergogna, vergogna. Ci dovete arrestare tutti“. Così hanno incominciato a gridare i manifestanti. “Libertà, libertà. Tutto per una mascherina, solo perché si è rifiutato di dare il nome lo hanno portato via in quel modo. E’ una vergogna“, hanno poi seguito altri cori contrari.

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Alborghetti

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.