×

Cagliari, pronto soccorso in tilt: troppi pazienti con la febbre

Condividi su Facebook

Al Santissima Trinità di Cagliari aumentano i pazienti con la febbre da sospetto Covid e le ambulanze sono costrette a rimanere in fila per ore.

pronto soccorso in tilt a cagliari

Nuovo record di casi positivi in Sardegna, in base ai dati aggiornati all’11 ottobre i casi totali salgono a quota 5.009, con un aumento nelle ultime 24 ore di 143 casi positivi, di cui 119 rilevati da attività di screening e 24 da sospetto diagnostico.

Le vittime invece sono state 4, per un totale di 165. Ora però l’isola deve fare i conti con un nuovo problema. Nella scorsa settimana i casi di Covid con febbre e altri sintomi, o comunque presunti tali sino a riscontro diagnostico, che si presentavano al Pronto Soccorso del Santissima Trinità di Cagliari potevano essere tra i due-quattro al giorno, non di più. Ma negli ultimi giorni la situazione si è complicata e i casi di questo genere che adesso si presentano sono aumentati in maniera esponenziale, causando sofferenza ad un sistema sanitario che presenta da sempre delle criticità.

Ecco quindi che le ambulanze sono costrette a rimanere per ore sul piazzale antistante il Pronto Soccorso con i pazienti a bordo in attesa della conferma del ricovero.

Pronto soccorso in tilt a Cagliari

Secondo quanto dichiarato dal responsabile del Pronto SoccorsoGiorgio Pia –  “i tempi si allungano a causa delle procedure da seguire, quando un paziente arriva con la febbre deve essere effettuato il tampone per verifcare la positività o meno, e dopo si devono seguire dei percorsi differenziati per chi è positivo e negativo.

Inoltre, ogni volta che un paziente positivo viene visitato nelle diverse stanze adibite ai pazienti Covid, ad esempio radiologia e medicheria, si deve eseguire la sanificazione, che comporta l’allungamento dei tempi. Nonostante tutto comunque, non ci sono stati contagi tra i pazienti non Covid in attesa al Pronto Soccorso”.

Non rimane da vedere se i numeri del nuovo bollettino saranno ancora una volta così elevati, per un’isola che presenta un sistema sanitario in evidente difficoltà, considerando poi che siamo solo all’inizio della seconda ondata e che nelle prossime settimane dovrà affrontare anche l’ondata di influenza stagionale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.
.