×

Sorrento, nuove restrizioni: chiusura parchi, oratori e mercato

Il sindaco di Sorrento ha scelto nuove restrizioni per la città, come la chiusura dei parchi, degli oratori e del mercato.

Sorrento restrizioni

I contagi di Coronavirus sono in continuo aumento. La Campania in questo momento sta affrontando una situazione particolarmente delicata, per questo sono diventate necessarie ulteriori restrizioni. Dopo la firma del Dpcm, presidenti di Regione e sindaci stanno cercando di capire se sono necessari ulteriori provvedimenti.

Il sindaco di Sorrento ha preso la sua decisione. 

Le restrizioni a Sorrento

Il sindaco di Sorrento, Massimo Coppola, dopo l’aumento dei contagi da Coronavirus in città e in tutta la penisola sorrentina, ha deciso di attivare ulteriori restrizioni per far scendere la curva il prima possibile. Coppola ha scelto di sospendere con effetto immediato tutte le attività sportive non agonistiche nelle strutture pubbliche, di chiudere i parchi pubblici, i parchi giochi, gli oratori, i centri per anziani e il mercato settimanale.

Si tratta di restrizioni necessarie, che entrano in vigore a partire da oggi 14 ottobre 2020, aggiungendosi alle regole del Dpcm.

A causa della situazione di emergenza, ed in accordo con le altre amministrazioni della penisola sorrentina, ho emanato questo provvedimento che contiene misure necessarie per rispettare le normative sanitarie. La salute dei sorrentini viene al primo posto” ha dichiarato il primo cittadino. Queste nuove restrizioni sono necessarie proprio per tutelare la salute delle persone, che dovranno impegnarsi nel rispetto di ognuna di queste nuove regole. 

Contents.media
Ultima ora