×

Coronavirus, Massimo Galli: “Lockdown a Milano? Si deve ragionare”

Condividi su Facebook

Possibile lockdown a Milano? È un'ipotesi paventata dal direttore dell'ospedale Sacco, Massimo Galli, commentando il trend dei contagi di coronavirus.

Galli Milano lockdown

Un lockdown a Milano potrebbe essere possibile, secondo il virologo Massimo Galli, intervistato sul trend di contagi di coronavirus. Nel capoluogo lombardo – a detta dello scienziato – potrebbero in futuro essere prese misure più drastiche.

Coronavirus, Galli: “Possibile lockdown a Milano”

Non si esclude l’ipotesi del lockdown mirato nella centro lombardo. Ad affermarlo fermamente è il Massimo Galli. Intervistato dalla conduttrice di Otto e mezzo, Lilli Gruber, il virologo, attualmente direttore del Reparto malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, ha lanciato un monito sulla situazione dei contagi. Stando alla situazione che fa riferimento ai dati presentati mercoledì 14 ottobre, i casi nella provincia di Milano avrebbero toccato quota 1.032.

Un trend sicuramente in ascesa, accompagnato – va detto – dai primi provvedimenti. Al termine della riunione con le direzioni strategiche delle Asst, Irccs e Ats della Lombardia, inclusi i rappresentanti della sanità privata, l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, ha comunicato l’attivazione di 150 posti in più di terapia intensiva. Un aumento delle ospedalizzazioni si prevede e la Regione non vuole trovarsi impreparata.

Milano è pronta alla seconda ondata?

La riunione tenuta da Gallera va proprio nella direzione di ridefinizione del quadro sanitario lombardo. Se le positività continuano ad aumentare, ha smorzato i toni del virologo il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana: “Non ci sono progetti di lockdown” ha affermato. Parlando di cifre, la Regione ha riattivato altri 300 posti letto Covid nelle strutture che hanno reparti di Pneumologia. Va ricordato che sono, altresì, presenti i reparti Covid presso Fiera di Milano, “il cui funzionamento – ha ricordato Gallera – partirà dopo il 150esimo ricovero nelle terapie intensive regionali“.

L’andamento del coronavirus a Milano e in Lombardia

Nella giornata di mercoledì 14 ottobre, nella Regione sono stati effettuati 17.186 tamponi: di questi si riscontrano 12 ricoverati in terapia intensiva e 83 nei reparti Covid. Per quanto riguarda i decessi, ieri se ne sono registrati 6 in più (il totale delle persone scomparse in Lombardia è 16.994. Il dato positivo riguarda i guariti e dimessi: 197 solo nella giornata di ieri.

I casi nell’area metropolitana di Milano sono in tutto 236.

casi coronavirus milano

Lucano classe 1987, archeologo di formazione, ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, e collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Grieco

Lucano classe 1987, archeologo di formazione, ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, e collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.