×

Campania, allarme pronto soccorso Ospedale del Mare: pazienti nei corridoi

Condividi su Facebook

In Campania oltre 1000 contagi in 24 ore: all'Ospedale del Mare pazienti nei corridoi e assenza di dispositivi di sicurezza nel pronto soccorso.

pronto soccorso Ospedale del Mare
pronto soccorso Ospedale del Mare

Accanto all’emergenza sanitaria che il nostro Paese si trova ad affrontare, con un ulteriore incremento di contagi nelle ultime 24 ore, preoccupa l’andamento del coronavirus in Campania, dove l’ultimo bollettino segnala oltre 1000 positivi. De Luca impone altre misure restrittive nella sua Regione: per arginare la diffusione del virus, le scuole resteranno chiuse fino al 30 ottobre.

In Campania preoccupa anche la situazione nelle strutture ospedaliere: è allarme al pronto soccorso dell’Ospedale del Mare, dove aumentano i pazienti, mancano i dispositivi di sicurezza e scarseggia il personale sanitario.

Allarme pronto soccorso Ospedale del Mare

A Napoli è emergenza posti letto. Al Covid Center prefabbricato nel parcheggio dell’Ospedale del Mare sono solo 12 i posti di terapia intensiva attivati su 72 dichiarati nel momento dell’inaugurazione. Solo due moduli su tre sono entrati in funzione e mancano medici e infermieri.

Un infermiere intervistato da Fanpage.it aveva dichiarato: “Il regolamento aziendale ci impedisce di diffondere notizie nocive per l’azienda.

Questo lo posso anche capire, ma se tu mi costringi a lavorare in queste condizioni, sotto organico, è normale che uno si deve lamentare. Ci dicono di non parlare, di farci i fatti nostri”. Quindi ha fatto sapere: “Nella terapia intensiva ordinaria dell’Ospedale del Mare ci sarebbero 20 posti letto per 11 infermieri in turno. Ma in verità i dirigenti comunicano che possiamo prendere in rianimazione 12-13 pazienti perché in questo modo 3 infermieri vengono spostati con ordine di servizio giù al Covid Center prefabbricato.

Questi problemi denotano la mancanza di programmazione e pianificazione.

Intanto è allarmante la situazione registrata al pronto soccorso dell’Ospedale del Mare. In tutta la Campania aumentano i positivi al Covid-19 e le strutture ospedaliere sono già sotto stress. I posti di degenza ordinaria sono pochissimi. A Napoli esauriti i posti di terapia subintensiva. Ancora disponibili, invece, i posti di terapia intensiva.

I pronto soccorso, che accolgono pazienti Covid e non solo, sono allo stremo.

Il personale medico-sanitario del pronto soccorso dell’Ospedale del Mare ha inviato una lettera alla direttrice sanitaria, Mariella Corvino, in cui si denunciano le criticità presenti nella struttura. In particolare, mancanza del pretriage necessario per individuare e separare i pazienti sospetti Covid da quelli accertati e quelli negativi. Scarseggia anche il personale e si lamenta l’assenza di dispositivi di protezione individuale al pronto soccorso. Si sottolinea anche il problema della gestione dei positivi accertati per più giorni a causa della carenza di posti letto in Campania. All’Ospedale del Mare manca anche un’area dedicata alla sanificazione degli infermieri in area Covid. Suscita non poche polemiche l’uso dei corridoi come area dei posti letto per sopperire alla carenza dei veri posti letto.

I medici, inoltre, sono impegnati su due reparti contemporaneamente e i codici rossi sono occupati da pazienti positivi per più di due giorni. Dopo le segnalazioni avvenute da parte dei sindacati Cgil, Cisl, Uil e Fials, la situazione sembra non cambiare. Così proseguono le proteste del personale medico-sanitario.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.