×

Coronavirus, Pregliasco: “Ridurre i contatti a quelli stretti”

Condividi su Facebook

Per il virologo Pregliasco si può ancora agire con strette mirate, senza arrivare a un lockdown temporaneo.

coronavirus pregliasco contatti

Attualmente in Lombardia non c’è la situazione del marzo scorso, eppure il virologo Fabrizio Pregliasco fa un invito a ridurre i contatti a quelli stretti. La maglia del contagio si allarga anche attraverso contatti inconsapevoli: è quanto sottolinea il ricercatore dell’Università Statale di Milano in merito al trend dei contagi nella Regione.

Coronavirus, Pregliasco: “Solo contatti stretti”

Il virologo chiede in questo momento delicato un grande sforzo collettivo per rompere la catena del contagio e ridurre, così, al minimo i contagi. Mentre la Campania chiude le scuole, l’esperto invita a un intervento a partire da azioni quotidiane: evitare i contatti che sono superflui, per esempio, può essere un punto di partenza. Nel campo scuola, il virologo non esclude l’ipotesi, magari leggermente smorzata: le porte degli istituti, infatti, potrebbero rimanere aperte ai più piccoli, per evitare di arrecare disagi ai genitori che lavorano, molti dei quali in smart working – secondo quanto previsto dal nuovo Dpcm.

Con buone dosi di responsabilità, crede Pregliasco, si potrebbe fronteggiare e abbassare la curva dei contagi senza giungere a soluzioni totalmente drastiche.

Pregliasco: “Senso di responsabilità”

Per quanto riguarda i numeri, l’esperto commenta che si tratta di cifre attese. I numeri, infatti, sono il “conto” da pagare per la riapertura degli uffici, degli istituti scolastici, e della voglia di ritornare alla normalità. Forse – ammette – il turismo estivo ha innescato delle dinamiche che avrebbero dovuto essere evitate.

Ma poi sottolinea che oggi si riescono a fare più tamponi di prima, il che è un dato positivo: se si riescono a individuare più positivi, si riesce a contagiare di meno le persone. Sullo spettro di un’emergenza negli ospedali, il virologo guarda al bicchiere mezzo pieno: i protocolli stanno funzionando. In questo senso, l’esperto si pone sulla stessa linea, prudente ma incoraggiante, del presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Franco Locatelli.

Lucano classe 1987, archeologo di formazione, ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, e collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Grieco

Lucano classe 1987, archeologo di formazione, ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, e collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.