×

Torino, 64enne uccisa in casa dal figlio 44enne

Condividi su Facebook

Nella provincia di Torino è stato ritrovato in casa sua il corpo di una 64enne, uccisa dal figlio con un coltello da cucina.

uccisa dal figlio torino
uccisa dal figlio torino

A San Benigno Canavese, in provincia di Torino, una donna di 64 anni è stata trovata senza vita in una pozza di sangue in casa, uccisa dal figlio 44enne. I carabinieri hanno arrestato il figlio che al momento del ritrovamento si trovava a casa di conoscenti e che non avrebbe smentito di aver ucciso la madre.

Madre uccisa in casa dal figlio a Torino

Nella mattinata di venerdì 16 ottobre, a San Benigno Canevese (Torino) i carabinieri hanno ritrovato il corpo senza vita di Ermanna Pedrini, parrucchiera di 64 anni, uccisa probabilmente dal figlio 44enne in casa.

I familiari della donna la sera antecedente l’omicidio avrebbero cercato di contattare Ermanna, ma non avendo avuto risposte hanno deciso di chiamare i carabinieri. Una volta giunti in casa, i carabineri hanno trovato la donna in un lago di sangue.

Secondo quanto descrivono gli inquirenti, i carabinieri arebbero individuato la posizione del figlio grazie al gps della sua auto. Al momento del ritrovamento, l’uomo si trovava da conoscenti, e avrebbe pronunciato queste parole: “Penso di sapere perché siete qua”. Successivamente, ha seguito senza opposizione i carabinieri per l’interrogatorio.

L’uomo era appena uscito da una comunità per tossicodipendenti, e da mesi viveva con la madre. Al momento si segue la pista della droga come movente del delitto.

Secondo i primi rilevamenti della scientifica, la donna sarebbe morta alle 20 di giovedì 15 ottobre, uccisa con un coltello da cucina nel torace. Sul posto anche il medico legale che dopo l’autopsia potrà fornire elementi più specifici sulle cause della morte della 64enne torinese.

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Alborghetti

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.