×

Verona, bambino abbandonato: chi sono i genitori

Condividi su Facebook

I genitori del bambino abbandonato a Verona sono stati identificati.

Bambino abbandonato a Verona
Bambino abbandonato a Verona

La storia del bambino abbandonato a Verona ha colpito tutti. Il piccolo è stato trovato alle Golosine, in via Chioda, da un passante. Era stato abbandonato la sera precedente, ma per fortuna l’uomo che lo ha sentito piangere e lo ha trovato ha subito chiamato i Carabinieri, che hanno riscontrato la buona salute del piccolo.

Le forze dell’ordine sono riuscite ad identificare i genitori.

Genitori del bambino abbandonato

I genitori del piccolo abbandonato a Verona sono stati identificati. La coppia è originaria della Romania. Il padre ha 30 anni e la madre ne ha 34 e vivono in Italia da più di un anno. A Luglio è nato il loro primo figlio, ma vista la loro situazione economica particolarmente precaria, hanno ricevuto l’aiuto di una conoscente.

Questo purtroppo non è bastato e i due si sono resi conto che non potevano occuparsi come avrebbero voluto del loro bambino. Un momento di sconforto per l’indigenza in cui stavano vivendo ha spinto la coppia a prendere la terribile decisione di abbandonare il bambino. I due sono stati identificati grazie alla connazionale che li ospitava a casa. La donna, tornando a casa dopo il lavoro, ha scoperto del ritrovamento di un bimbo in via Chioda.

Non vedendo a casa il figlio dei suoi ospiti ha subito chiamato il 112 per segnalare la situazione.

I Carabinieri hanno accertato che i due rumeni sono realmente i genitori del bambino abbandonato e sono loro gli unici responsabili di questo abbandono. Gli accertamenti per capire cosa abbia realmente spinto i due giovani a compiere un gesto così estremo sono ancora in corso. Le autorità stanno cercando di capire se alla base del gesto ci sono solo indigenza e disperazione oppure se esistono altri motivi.

Il piccolo Zeno, come è stato chiamato dai sanitari della Pediatria dell’ospedale di Borgo Trento, sta molto bene e nei prossimi giorni i servizi sociali del Comune di Verona provvederanno al suo affidamento. I suoi genitori dovranno rispondere all’accusa di “abbandono di persone minori o incapaci aggravato in quanto commesso dal genitore“.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.