×

Coronavirus, Firenze: il ritorno delle code davanti al supermercato

Condividi su Facebook

Uno spettro dal passato che pensavamo di esserci lasciati alle spalle: sono le file davanti al supermercato. Eccola ripresentarsi a Firenze

Ritorna uno spettro del passato in vista di un possibile nuovo lockdown: è la fila davanti al supermercato. Ci ervamo, erroneamente a quanto pare, convinti di essercela lasciata alle spalle, e invece eccola ripresentarsi. Dove? Fuori dal centro commerciale di Gavinana di Firenze.

Coronavirus, file davanti a supermercato

A causa dell’aumento esponenziale dei positivi nelle ultime ore, 8.804 i nuovi casi nella giornata di ieri, le nuove restrizioni imposte in Campania, ma anche l’elevato numero dei contagi in quasi tutte le regioni, che in queste ore stanno facendo pensare al governo nazionale di adottare lockdown mirati, si è generata nella popolazione una psicosi da chiusura generalizzata, inducendo la corsa al supermercato.

E allora ecco che nelle ultime ore, davanti ad un supermercato in un noto centro commerciale della città, si è presentata una fila più lunga del solito, che ha reso necessario scaglionare gli ingressi. Verso mezzogiorno la situazione si è poi ridimensionata con una fila sui cinque minuti di attesa. Dalla Unicoop fanno sapere che in ogni caso sono pronti ad affrontare il problema, se si dovesse ripresentare, affrontandolo come nei mesi caldi di marzo-aprile, quindi con “accessi limitati, distanziamento, gel e mascherine“.

Come dichiara anche Conad Nord-Ovest, gli utenti sembrano aver acquisito maggior consapevolezza, concentrando gli acquisti in meno visite al supermercato.

La situazione all’estero

Se in Italia quindi, la situazione al momento sembra sotto controllo, cosa ben diversa invece è all’estero, poichè sia in Usa che nel Regno Unito, sembra ripartita la corsa all’accaparramento della carta igienica, la quale inaspettatamente, insieme ai rotoloni asciugatutto, si è rivelata un bene di prima necessità.

La conferma proviene proprio dal gruppo Sofidel della carta Regina che ha sede nel lucchese, e che ha visto un nuovo incremento di vendite proprio in questa seconda fase, senza considerare che quest’anno arriveranno ad un fatturato di oltre due miliardi di euro.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.