×

Covid-19, focolaio di neonati all’Umberto I. L’ospedale: “Notizia falsa”

Condividi su Facebook

"La notizia del focolaio è falsa, tutti i neonati sono sani", ha comunicato attraverso una nota la Direzione del Policlinico Umberto I.

focolaio neonati umberto i

Sabato 17 ottobre era emersa la notizia,riportata da Repubblica, di un focolaio di neonati all’Umberto I di Roma. Ben 13 sarebbero stati i nascituri contagiati. La Direzione del Policlinico, tuttavia, ha smentito la presenza di diversi casi di positività presso il reparto neonatale dell’ospedale.

La nota dell’ospedale che smentisce

A poche ore dalla notizia di 13 neonati positivi all’Umberto I di Roma è arrivata la smentita della struttura sanitaria.

È falsa la notizia di 13 neonati positivi al coronavirus nel reparto neonatale dell’Umberto I di Roma“, spiega il Direttore generale del Policlinico Umberto I, Vincenzo Panella. “Al Policlinico sono oggi ricoverate 5 donne Covid positive che hanno partorito neonati completamente sani. Per la totale sicurezza i neonati sono stati sottoposti a tampone risultato negativo in tutti.

Allo stesso modo dall’inizio della pandemia sono sempre risultati negativi tutti i bambini nati all’Umberto I da madre Covid positiva. Si ribadisce quindi che la notizia di neonati positivi al Coronavirus presso l’Umberto I è totalmente falsa“.

La situazione al Bambino Gesù di Palidoro

All’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Palidoro, divenuto Covid Hospital, invece, sono 26 i pazienti positivi, di cui 15 bambini e 11 genitori.

Tutti sarebbero in buone condizioni. Quattro di loro stanno per essere dimessi.

A fare un bilancio relativamente alle condizioni dei pazienti il responsabile del centro, Andrea Campana: “Dopo il calo del periodo estivo, la settimana scorsa abbiamo registrato in media l’arrivo di due bimbi al giorno, un’inversione di tendenza che tutto sommato ci aspettavamo, con la ripresa delle scuole e delle attività. La sintomatologia clinica dei bambini ricoverati è estremamente blanda: un po’ di febbre, i neutrofili un po’ bassi, tosse o disturbi gastrointestinali.

Nessun bambino è ricoverato in terapia intensiva“.

Nata a Palermo, classe 1998, è laureata in Scienze delle comunicazioni per i media e le istituzioni e iscritta all'Albo dei giornalisti pubblicisti. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Mediagol e itPalermo.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Ferrara

Nata a Palermo, classe 1998, è laureata in Scienze delle comunicazioni per i media e le istituzioni e iscritta all'Albo dei giornalisti pubblicisti. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Mediagol e itPalermo.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.