×

Covid, Ricciardi: “Rafforzare il sistema in vista di una terza ondata”

Ricciardi parla già di terza ondata covid e sottolinea l'importanza del tracciamento e della app Immuni.

Covid Ricciardi terza ondata

Walter Ricciardi, consigliere del Ministro della Salute ed ex presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, ha rilasciato un’intervista La Repubblica nella quale ha parlato di una terza ondata covid, dando per scontato che la prima e la seconda siano già andate in termini di intervento preventivo.

Le sue non sono parole rassicuranti, ma anzi indicano interventi nelle molte cose che non stanno funzionando. 

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Ricciardi: “I contagi reali sono 5-6 volte superiori”

Covid, Ricciardi e la terza ondata

Nello specifico Ricciardi si riferisce al contact tracing, che in molte regioni non avrebbe dato gli esiti sperati in quanto il virus si è sparso più velocemente rispetto al tracciamento dei contatti attuato dalle Asl.

“In alcune regioni – dice il consulente del governo – ormai è troppo tardi perché fronteggiano una crescita esponenziale del contagio. Non possono più basarsi sul tracing, devono fare chiusure. Altrove però il tracciamento va potenziato: c’è la prospettiva di una terza ondata”.

Tra le falle del sistema di tracciamento italiano vi è soprattutto il mancato downnload da parte dei cittadini dell’app Immuni che renderebbe facilissimo recuperare tutti gli effettivi contatti di un soggetto risultato positivo al covid.

Si parla addirittura del fatto che possa diventare obbligatorio il download dell’applicazione, in un intervento che appare però quanto mai tardivo. Per Riccciardi inoltre sarebbe già scaduto il tempo massimo in regioni e città dove il contagio è sfuggito a qualsiasi controllo. Si riferisce nello specifio a Milano e Napoli, con Roma che potrebbe presto andare in quella direzione. 

Contents.media
Ultima ora