×

Covid, Miozzo Cts: “Non abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare”

Condividi su Facebook

Per Agostino Miozzo, direttore del Cts Covid-19, non è stato fatto abbastanza per evitare una seconda ondata della pandemia.

covid miozzo cts

I numeri del contagio in Italia, così come quelli delle terapie intensive e dei ricoveri, non lasciano spazio ad ulteriori passi falsi. Il Paese ha bisogno di reagire e prendere le misure a questa seconda ondata, alla fine arrivata, e per la quale forse non tutto era stato preparato in maniera adeguata.

È questo un pensiero diffuso nella società civile e confermato anche da chi è chiamato, insieme al governo, a gestire l’emergenza. Si tratta di Agostino Miozzo, direttore del Cts, Comitato Tecnico Scientifico Covid-19, che in occasione del webinar ‘Pandemia di Covid-19in Italia’ dell’Università Cattolica ha detto: “Non abbiamo fatto tutto quello che avremmo dovuto fare”.

Covid, le parole di Miozzo del Cts

“Abbiamo avuto tanto tempo per prepararci adeguatamente – dice il direttore del Cts – mi chiedo se il sistema abbia utilizzato il tempo disponibile. Quando vedo le immagini di persone 8-10 ore in coda al drive-in per fare il tampone ho la sensazione che la risposta alla domanda sia drammaticamente negativa. Non possiamo più perdere tempo, stiamo entrando in una fase estremamente critica“. Una critica e allo stesso tempo, forse, un’ammissione di colpa per non essere riusciti a livello centrale a dare le linea guida giuste per evitare il peggio.

La mala gestione dell’emergenza sconfina però per Miozzo dai soli confini nazionali e va a toccare tutti gli altri paesi d’Europa, oggi la zona più aspra della crisi pandemica. “La comunità internazionale ha avuto 2 mesi, un tempo lunghissimo per prepararsi, eppure nessuno lo ha utilizzato – dice il presidente del Cts che poi aggiunge – Siamo andati in crisi rapida a marzo perché mancavano mascherine e bombole di ossigeno.

Successivamente, abbiamo avuto una buona capacità di risposta, siamo usciti da un periodo drammatico con l’ansia di ritornare alla normalità, un’ansia governata un po’ superficialmente e di cui ora vediamo i risultati”. “Ora – ha detto infine Miozzo – abbiamo il dovere di non perdere tempo prezioso e imparare dalle lezioni avute, per non soccombere a ciò che accade”.

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

Contents.media