×

Covid, più di 400mila baristi e camerieri sono rimasti senza lavoro

La Federazione Italiana dei Pubblici Esercizi ha lanciato l'allarme, svelando che 400mila dipendenti di bar e ristoranti hanno perso il lavoro.

Baristi e camerieri
Baristi e camerieri

Solo nel mese di Settembre, più di 400mila baristi e camerieri sono rimasti senza lavoro. Questa è la stima dell’Ufficio Studi della Fipe-Confcommercio, la Federazione italiana dei Pubblici Esercizi, che ha analizzato i dati diffusi dall’Inps riguardo le ore di cassa integrazione erogata per via dell’emergenza Coronavirus.

400mila persone senza lavoro

La situazione nel mondo della ristorazione è sempre più drammatica. Si parla di 8,7 milioni di ore di cassa integrazione in deroga per i lavoratori di questo settore, che corrisponderebbero a circa 50mila lavoratori. A questi vanno sommati 350mila contratti a tempo determinato non rinnovati. La conclusione è che la metà degli 850mila dipendenti di bar e ristoranti il mese scorso non ha lavorato.

Questo dato è drammatico e dimostra non solo che il settore dei Pubblici esercizi è tra i più colpiti a causa della pandemia e delle misure di contrasto alla diffusione del virus, ma anche che, subito dopo l’estate, moltissime attività di ristorazione hanno chiuso i battenti o lavorano al minimo lasciando a casa i dipendenti” ha spiegato la Federazione, aggiungendo che le previsioni per i prossimi mesi sono ancora più negative, viste le restrizioni prese dal Governo e dalle Regioni.

Se il Governo dovesse stabilire un nuovo semi-lockdown, impedendo gli spostamenti, questo porterebbe ad ulteriori disagi nel mondo della ristorazioni, che è uno dei più colpiti dalla nuova crisi economica. “A questo punto, non possiamo più aspettare oltre: serve un intervento immediato con contributi a fondo perduto per compensare le perdite di fatturato dei pubblici esercizi. Centinaia di migliaia di posti di lavoro rischiano di essere cancellati definitivamente” ha concluso la Federazione.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora