×

Uomo fa prostituire la moglie e abusa della figlia minorenne

Condividi su Facebook

42enne fa prostituire la moglie e poi fa vedere i video alla figlia minorenne (abusata): arrestato.

carabinieri arrestano padre "orco"
uomo fa prostituire la moglie e abusa dei figli minorenni: arrestato.

Catania: arrestato dai carabinieri della stazione di Piazza Dante l’uomo di 42 anni che faceva prostituire la moglie riprendendo il tutto con una videocamera.

42enne fa prostituire la moglie

L’uomo è stato accusato di aver picchiato e minacciato l’ex moglie obbligandola a prostituirsi, gestendone gli appuntamenti e incassando tutti i ricavi, obbligandola anche a farsi riprendere durante i rapporti con altri uomini, mostrando poi i video a una figlia, all’epoca dei fatti minorenne, della quale aveva abusato.

Arrestato il padre “orco”

Le violenze nei confronti dell’ex moglie sono solo alcune tra le tante che l’uomo, da tempo, faceva subire alle persone. Nello stesso smartphone dove conservava i video dell’ex moglie, aveva anche le foto del figlio minorenne nudo.

Le violenze al figlio minorenne

Il ragazzo veniva mortificato dal padre che lo definiva un “fallito”, e all’età di 11 anni era stato addirittura colpito da quest’ultimo alla tempia con un attrezzo in ferro che gli aveva provocato una profonda ferita: il padre aveva obbligato l’ex moglie a non rivelare ai sanitari del pronto soccorso la reale natura della ferita perché, altrimenti, l’avrebbe picchiata violentemente.

Nel gennaio di quest’anno, però, il padre “orco” aveva ripetuto il gesto colpendolo nuovamente alla tempia, provocandogli una ferita di minore gravità.

Nonostante le aggressioni e umiliazioni subite negli anni, il ragazzo era molto legato al padre.

Gli abusi all’ex compagna

L’ex compagna dell’uomo, madre del suo figlio minore, raccontava lo stessa storia raccapricciante: tentò di avviare anche lei alla prostituzione, ma a fronte di un rifiuto, l’uomo era diventato ancora più violento, fino al punto di riuscire quasi a strapparle la lingua durante una violenta aggressione.

A seguito dell’accaduto la donna, già minacciata in passato dall’uomo con un coltello ed una pistola, decise di abbandonare l’abitazione lasciandogli però il figlio per timore di ritorsioni più gravi.

Comportamento aggressivo contro il personale scolastico

Il comportamento violento dell’uomo non era confinato all’ambiente familiare: aveva atteggiamenti minacciosi e aggressivi anche nei confronti degli insegnanti del figlio minore e del personale scolastico.

I provvedimenti

Nei suoi confronti è stato eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip, anche su indagini telematiche della sezione Investigazioni scientifiche del Nucleo investigativo del comando provinciale dell’Arma.

Inoltre, è stato imposto il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa ai due figli maggiorenni dell’uomo per intralcio alla giustizia. I due avrebbero più volte minacciato la donna per costringerla a ritrattare le accuse fatte al padre durante un primo procedimento penale a suo carico.

LEGGI ANCHE:

Nata a Milano il 30 dicembre del 1999, dopo il diploma al liceo linguistico Claudio Varalli ha proseguito gli studi all’Università Statale di Milano nella facoltà di Mediazione linguistica e culturale dove studia inglese e francese.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Annachiara Musella

Nata a Milano il 30 dicembre del 1999, dopo il diploma al liceo linguistico Claudio Varalli ha proseguito gli studi all’Università Statale di Milano nella facoltà di Mediazione linguistica e culturale dove studia inglese e francese.

Leggi anche

Contents.media