×

Cade in scooter nella piscina e muore: trovato dopo 2 giorni

Condividi su Facebook

A Lecce un 68enne è morto dopo essere caduto in scooter nella piscina della sua casa in costruzione ed è stato trovato due giorni dopo.

Cade in scooter nella piscina della sua casa in costruzione: trovato morto dopo 2 giorni
68enne cade in scooter nella piscina della sua villetta in costruzione e muore: trovato dopo due giorni.

Un anziano cade in scooter nella piscina della sua villetta in costruzione e muore. Il fatto è successo a Nardò, una località della provincia di Lecce. Il 68enne era sparito nel nulla ed è stato trovato senza vita soltanto due giorni dopo.

Cade con lo scooter nella piscina e muore

L’uomo era uscito di casa con lo scooter sabato 31 ottobre, ma era sparito improvvisamente nel nulla insieme al suo motorino e per giorni nessuno è riuscito a rintracciarlo. La tragica scoperta del suo corpo senza vita è avvenuta solo due giorni dopo, nella prima mattinata di lunedì 2 novembre, quando alcuni operai edili hanno ripreso i lavori nel cantiere allestito nel giardino della casa in costruzione della stessa vittima.

Secondo la ricostruzione del fatto, il 68enne probabilmente era rientrato sabato sera nella villetta dove erano in corso dei lavori edili a Santa Caterina, in località Vacanze Serene, sempre nel comune di Nardò, ma, per una manovra errata, è precipitato con lo scooter all’interno della buca della piscina in costruzione e nessuno si è accorto di lui.

Gli operai allertano Carabinieri e 118

Gli operai, dopo aver trovato l’uomo, hanno immediatamente allertato carabinieri e 118, ma l’anziano era ormai morto.

I sanitari hanno solo potuto accertarne il decesso sul posto. In base a quanto emerso dai primi esami, la morte del 68enne risalirebbe alla stessa giornata di sabato 31 ottobre, quando è avvenuto l’incidente. L’uomo ha aperto il cancello della sua villetta e lo ha oltrepassato guidando lo scooter, ma, pochi metri dopo è precipitato con tutto il mezzo nello scavo aperto per la piscina in costruzione, dove ha battuto violentemente la testa.

Non si sa ancora se la sua morte è stata provocata da un malore o dalla stessa caduta.

Nata a Melito Porto Salvo (RC) nel 1982, si è laureata in Giurisprudenza nel 2011 presso l’università “Mediterranea” di Reggio Calabria e ha conseguito l’abilitazione forense nel 2016. Collabora con Notizie.it, Blasting News e alcuni blog di wine & food.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Giuseppina Maria Rosaria Sgrò

Nata a Melito Porto Salvo (RC) nel 1982, si è laureata in Giurisprudenza nel 2011 presso l’università “Mediterranea” di Reggio Calabria e ha conseguito l’abilitazione forense nel 2016. Collabora con Notizie.it, Blasting News e alcuni blog di wine & food.

Leggi anche

Contents.media