×

Covid in Campania, Ricciardi: “Napoli e Milano uguali”

Condividi su Facebook

Walter Ricciardi ha commentato la situazione Covid in Campania, comparandola a quella delle altre Regioni.

Walter Ricciardi
Walter Ricciardi

Walter Ricciardi, consigliere scientifico del ministro della Salute Roberto Speranza, alla trasmissione Un giorno da pecora su Rai Radio Uno, ha commentato la situazione Covid in Campania, comparandola a quella delle altre Regioni. “La situazione degli ospedali è drammatica più o meno in tutta Italia, in alcuni è addirittura tragica.

Il sistema va al collasso se non si riescono a curare i pazienti che hanno altre malattie oltre al covid”.

Covid in Campania, l’opinione di Ricciardi

“L’RT nazionale purtroppo è superiore ad 1, mi pare 1.2-1.3 come media – ha continuato Ricciardi -. Dei 21 criteri sono 4-5 i parametri veramente importanti: RT, numero assoluto, numeri positivi sulla popolazione, poi quante persone arrivano al pronto soccorso, arrivano in ospedale e vanno in terapia intensiva”.

I dati su cui si è basato il Dpcm, dice, sono arrivati “dalle Regioni. Quindi se le Regioni li mandano tempestivamente, completamente e adeguatamente, le decisioni vengono prese sui dati reali. Se invece per qualsiasi motivo i dati vengono forniti in ritardo oppure sottostimati, è chiaro che fanno colorare in maniera un po’ diversa la regione. Generalmente, se i dati sono insufficienti, di un colore più basso”.

Per il momento nessuna Regione risulta essere veramente verde, cioè al riparo da ogni pericolo, ma “dovremo ritornare verdi – prosegue il consulente del ministro -.

Saremmo tutti più contenti quando ritorneremo tutti verdi. Però in questo momento non c’è nessuna regione che può dichiararsi libera dal rischio di circolazione” del coronavirus. Si è scelto di identificare le fasce con i colori “perché è comprensibile a tutti”.

Infine si è detto d’accordo con il Presidente della Regione Campania De Luca, per questo “ci vorrebbe un lockdown a Napoli“. In quanto la situazione “di fatto può peggiorare da un momento all’altro se non prendiamo misure.

Faccio l’esempio di Napoli: è all’interno di una regione gialla che è la Campania, però già 2-3 settimane fa ho detto che andava chiusa“.

Nato il 18 luglio del 1990, vive a Cassina de' Pecchi. Si è laureato in Storia per seguire la propria voglia di conoscere il passato, ho iniziato l'attività giornalistica per analizzare il presente e le sue innumerevoli contraddizioni. Collabora con Metropolis Notizie e Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Mattia Pirola

Nato il 18 luglio del 1990, vive a Cassina de' Pecchi. Si è laureato in Storia per seguire la propria voglia di conoscere il passato, ho iniziato l'attività giornalistica per analizzare il presente e le sue innumerevoli contraddizioni. Collabora con Metropolis Notizie e Notizie.it.

Leggi anche

Contents.media