×

Cagliari, tre persone violano il coprifuoco e bruciano tricolore

Condividi su Facebook

I tre protagonisti dell'accaduto sono ricercati dalla Digos di Cagliari e rischiano una denuncia per vilipendio alla bandiera.

cagliari-violano-coprifuoco-bruciano-tricolore
cagliari-violano-coprifuoco-bruciano-tricolore

A Cagliari violano il coprifuoco e bruciano la bandiera tricolore su uno dei monumenti più importanti del capoluogo. Tre malviventi hanno deciso di ribellarsi alle regole e di mostrare il loro disappunto verso le norme espresse dal nuovo Dpcm.

Cagliari: violano coprifuoco e bruciano tricolore

Sono due o tre le persone, ancora non identificate dalla Polizia, che nella sera del 6 novembre hanno deciso di violare il coprifuoco imposto durante la prima giornata di entrata in vigore delle nuove regole. I protagonisti del reato sono usciti dalle proprie abitazioni, andando contro il divieto di uscita dalle ore 22. Successivamente si sono recati vero il monumento del Bastione di di Saint-Remy e hanno appeso una grande bandiera italiana incendiandola.

I tre sono subito dopo fuggiti e né i vigili del fuoco, intervenuti per spegnere l’incendio, né la polizia, sono riusciti a prenderli. La Digos della Questura di Cagliari è già sulle loro tracce e ha attivato le indagini per ritrovarli attingendo ai video delle telecamere della zona. Il reato per cui rischiano una grave denuncia è quello di vilipendio alla bandiera.

I tre uomini hanno rivendicato l’accaduto e hanno esposto la loro volontà di protestare contro il momento difficile dato dalla pandemia.

Il motivo del gesto è stato riscontrato nella pretesa che vengano messi a disposizione degli “investimenti per la nostra salute e per tutti coloro che stanno soffrendo in questo momento difficile per la nostra terra – scrivono in una mail – dobbiamo pretendere di non essere trattati più come una colonia. Infine, hanno chiesto ai concittadini di protestare contro l’esecutivo: “Invitiamo sardi e sarde a ribellarsi contro le leggi ingiuste di questo governo“.

Messinese, classe 1993, laureata magistrale in "Media, comunicazione digitale e giornalismo” presso La Sapienza di Roma. Collabora con “Auralcrave”, “Che tv fa”, “Metropolitan Magazine”.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Maria Zanghì

Messinese, classe 1993, laureata magistrale in "Media, comunicazione digitale e giornalismo” presso La Sapienza di Roma. Collabora con “Auralcrave”, “Che tv fa”, “Metropolitan Magazine”.

Leggi anche

Contents.media