×

“Divieto di stazionamento in strada e nelle spiagge”, l’ordinanza a Palermo

Condividi su Facebook

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha firmato una nuova ordinanza.

palermo

Leoluca Orlando, sindaco di Palermo, ha firmato un’ordinanza che vieta ai cittadini lo stazionamento nelle strade del centro storico ogni giorno dalle 16.00 alle 22.00 e nel fine settimana senza limitazioni orarie. Nei weekend, inoltre, la misura restrittiva si estende anche alla costa: dal litorale di Mondello a quello di Sferracavallo, dove non sarà possibile neanche stare distesi in spiaggia.

La decisione è stata presa a seguito dei numerosi affollamenti registrati nei giorni scorsi proprio nei suddetti luoghi.

Orlando: “Siamo preoccupati”

Siamo molto preoccupati per la salute pubblica, nelle prossime ore firmerò un’ordinanza con la quale si vieta lo stazionamento in centro città dalle 16 alle 22 e per l’intera giornata sia sabato che domenica“. Lo ha detto Leoluca Orlando nel corso di una conferenza stampa. Si potrà camminare ma non ci si potrà fermare, nemmeno su una panchina.

Il provvedimento entrerà in vigore giovedì 12 novembre.

La Sicilia è stata infatti dichiarata una zona arancione, ma in molti non sembrano dare ascolto alla nota del nuovo dpcm che raccomanda di evitare gli spostamenti all’interno del proprio Comune di residenza non necessari. Domenica 8 novembre, infatti, una folla ha invaso le strade del centro storico. Nessun rispetto delle norme di distanziamento sociale e in tanti non indossavano neanche la mascherina o lo facevano in modo errato.

I dati sul Covid-19 a Palermo

Leoluca Orlando, inoltre, ha chiesto maggiore chiarezza sui dati al Governo. Il primo cittadino di Palermo, infatti, non vuole ricevere soltanto i numeri relativi ai contagi, bensì anche informazioni relative allo stato degli ospedali.

Questa – dice – è una calamità e apprezzo il governo che si attiene a parametri specifici. Essere rossi, gialli o arancioni non è un concorso a premi. Dobbiamo attenerci a quello che dicono gli esperti.

Ogni giorno finalmente ricevo i dati su Palermo, col numero dei contagiati ma senza nessun’altra indicazione: io chiedo i dati sui posti letto disponibili e sui posti in terapia intensiva perché è evidente che si tratta di numeri necessari per avere un quadro chiaro della situazione. Torno a chiederli con forza. A Palermo vengono ricoverate anche le persone dell’intera provincia“.

E si chiede: “La Calabria è stata dichiarata zona rossa con la constatazione che è la regione ha meno contagiati d’Italia ma con una struttura sanitaria insufficiente che va in tilt anche con numeri piccoli.

Qual è la situzione in Sicilia?“.

La scuola

Il sindaco di Palermo, inoltre, minaccia di chiudere le scuole di ogni grado ad eccezione di nidi e materne. “Ho scritto all’ufficio scolastico regionale per sapere se nelle scuole dell’obbligo si frequenta in sicurezza. In mancanza di rassicurazione sono pronto a chiuderle già da lunedì prossimo. Una misura che non vorrei adottare ma che sarà necessaria se non si farà chiarezza“, ha detto Orlando.

Nata a Palermo, classe 1998, è laureata in Scienze delle comunicazioni per i media e le istituzioni e iscritta all'Albo dei giornalisti pubblicisti. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Mediagol e itPalermo.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Ferrara

Nata a Palermo, classe 1998, è laureata in Scienze delle comunicazioni per i media e le istituzioni e iscritta all'Albo dei giornalisti pubblicisti. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Mediagol e itPalermo.

Leggi anche

Contents.media