×

Covid, picco seconda ondata previsto per il 27 novembre

Condividi su Facebook

La seconda ondata di Coronavirus potrebbe raggiungere il suo picco il 27 novembre. Ad affermarlo è il fisico, Roberto Battiston.

covid-27-novembre-picco-seconda-ondata
covid-27-novembre-picco-seconda-ondata

Il possibile picco della seconda ondata di Covid-19 verrà raggiunto il 27 novembre. Ad affermarlo è il fisico dell’Università di Trento, Roberto Battiston. Le strette date dal nuovo Dpcm stanno ottenendo il rallentamento del virus e i suoi effetti dovrebbero essere più evidenti intorno al 15 novembre.

Covid, 27 novembre il picco seconda ondata

Secondo il fisico ed ex presidente dell’Agenzia spaziale italiana, Roberto Battiston, il Covid in Italia raggiungerà il suo picco il 27 novembre. Egli studia l’andamento della curva epidemiologica attraverso l’utilizzo di due curve: quella degli infetti attivi e del tasso di crescita degli infetti attivi. Intervistato dal quotidiano La Repubblica, Battiston ha affermato che in questo momento l’epidemia sta rallentando.

In particolare gli effetti dell’ultimo Dpcm, che ha diviso in tre aree il Paese, sembra stiano producendo un inversione dell’andamento di crescita.

Gli effetti delle misure si vedono. Per tutta la prima metà di ottobre l’epidemia ha accelerato. Poi sono arrivati i provvedimenti del governo, a cominciare da quello del 12 ottobre, e la tendenza si è invertita: i contagi aumentano ma con un tasso di crescita sempre più lento“.

L’ultimo Dpcm del Governo dovrebbe riuscire a vedere i suoi effetti intorno al 15 novembre, quando si dovrebbe evidenziare una sensibile riduzione nella crescita della curva.

Alla luce dei dati studiati, l’esperto indica come data del raggiungimento del picco della seconda ondata il 27 novembre. Da quel momento in poi la curva epidemiologica dovrebbe iniziare a scendere. Tra fine novembre e inizi di dicembre in Italia dovremmo raggiungere quota 850 mila positivi.

Messinese, classe 1993, laureata magistrale in "Media, comunicazione digitale e giornalismo” presso La Sapienza di Roma. Collabora con “Auralcrave”, “Che tv fa”, “Metropolitan Magazine”.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Maria Zanghì

Messinese, classe 1993, laureata magistrale in "Media, comunicazione digitale e giornalismo” presso La Sapienza di Roma. Collabora con “Auralcrave”, “Che tv fa”, “Metropolitan Magazine”.

Leggi anche

Contents.media