×

Anziani maltrattati: blitz in una Rsa di Bologna

Condividi su Facebook

Anziani maltrattati e nessuna prescrizione medica: i carabinieri di Bologna hanno arrestato alcuni collaboratori di una Rsa.

anziani maltrattati rsa bologna
anziani maltrattati rsa bologna

Anziani maltrattati e farmaci somministrati senza prescrizione: questo è bastato ai carabinieri dei Nas di Bologna per arrestare i titolari e 4 persone di una Rsa. Gli inquirenti dopo un’indagine iniziata durante il lockdown di marzo, hanno incastrato e fermato gli operatori sanitari.

A loro carico le accuse di vessazione, omissione di soccorso ed esercizio abusivo della professione sanitaria.

Bologna, anziani maltrattati in una Rsa

In una Rsa di Valsamoggia (Bologna) gli anziani venivano maltrattati e gli operatori sanitari somministravano farmaci senza prescrizione medica. Così i carabinieri dei Nas, con il supporto dei colleghi del comando provinciale di Modena e Reggio Emilia, hanno arrestato il titolare e 3 collaboratori. Tutti e 4 sono stati accusati di maltrattamento, omissione di soccorso ed esercizio abusivo della professione sanitaria.

In quella residenza sanitaria, poco tempo prima morì un 83enne. Tuttavia, le cause naturali non convinsero l’ospedale di Bazzano in cui l’rsa ricoverò l’anziano malato.

Una lunga indagine

Così, la famiglia ha iniziato a sospettare della colpevolezza di alcuni collaboratori della struttura sanitaria bolognese. A partire dal lockdown nazionale di marzo, i carabinieri hanno svolto accertamenti nella struttura indagata, che in seguito si trasferì in un hotel di Zocca.

Qui la titolare ha continuato a svolgere la sua attività, nonostante la violazione della disciplina che regola il funzionamento fiscale in termini di sicurezza delle strutture in questione.

Lunedì 16 novembre 2020 i carabinieri hanno deciso di intervenire, con un blitz che ha portato all’arresto degli operatori dell’Rsa bolognese. Oltre alle accuse precedentemente riportate, le operatrici ora dovranno rispondere di abuso di farmaci, assenza di autorizzazioni legali, carenze procedure organizzative, nonché di assenza di regolari contratti di lavoro.

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Alborghetti

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.

Leggi anche

Contents.media