×

Nonno picchiato ai giardinetti: identificato l’aggressore

Condividi su Facebook

Un minorenne ha picchiato un pensionato e nonno di 74 anni ai giardinetti solo perché non voleva indossare la mascherina

nonno picchiato giardinetti
nonno picchiato giardinetti

La polizia municipale di Casina (Pisa) ha identificato il colpevole che avrebbe picchiato un nonno di 74 anni ai giardinetti del paese. Il minorenne avrebbe reagito con violenza all’invito dell’anziano di indossare la mascherina. Ora l’anziano è fuori pericolo, ma precedentemente era stato ricoverato per un grave trauma cranico.

Nonno picchiato ai giardinetti: non indossava mascherina

Dopo giorni di ricerche, alla fine la polizia municipale del comune di Cascina (Pisa) ha identificato l’aggressore di un pensionato e nonno di 74 anni, colpito con violenza ai giardinetti pubblici.

Si tratta di un minorenne che avrebbe reagito con violenza all’invito dell’anziano di indossare la mascherina all’interno del parco. A quel punto il ragazzo ha iniziato a sferrare dei pugni, davanti alla moglie e al nipotino di 4 anni dell’anziano.

Come racconta la figlia, un’ambulanza ha trasportato l’uomo d’urgenza all’ospedale di Cisanello, dove è rimasto in prognosi riservata una settimana. La tac infatti aveva evidenziato una contusione mandibolare e un forte trauma cranico.

Dopo 7 giorni di ricovero, alla fine il 74enne è tornato a casa, ma tuttora porta i segni dell’aggressione, come varie escoriazioni alla mano sinistra e un’ecchimosi vicino alla mandibola.

Nessuno ha voluto fare il nome dell’aggressore.

Noi però abbiamo fatto una denuncia e vogliamo sapere chi è stato”, ha raccontato la figlia che ha denunciato il fatto. “È una fortuna che a mio padre, che ha molti problemi di salute, non sia successo qualcosa di più grave quando è finito a terra e ha sbattuto la testa“, ha poi concluso.

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Alborghetti

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.

Leggi anche

Contents.media