×

Vaccino AstraZeneca: “La mezza dose in sperimentazione? Un caso”

Condividi su Facebook

Vaccino AstraZeneca, mezza dose somministrata al alcuni pazienti in fase di sperimentazione: un caso. Così l'efficacia è passata dal 62% al 90%.

Vaccino AstraZeneca: mezza dose per caso nei test
Vaccino AstraZeneca: "La mezza dose in sperimentazione? Un caso".

Il vaccino AstraZeneca in mezza dose ad alcuni pazienti, la notizia trapelata in fase di sperimentazione è frutto del caso. Il fatto che sia più efficace rispetto alla dose intera è controintuitivo, da Oxford fanno infatti sapere di essersi resi conto della somministrazione differente solo dopo aver notato che un gruppo di volontari non presentavano alcun segno di fatica, né dolore muscolare o arrossamento nel punto dell’iniezione.

Mezza dose di vaccino AstraZeneca

La fase tre della sperimentazione avviene al di fuori dell’Università di Oxford, ma questo non significa che sia fuori dal suo controllo. Per puro caso, il risultato di questa “svista” nella somministrazione del vaccino AstraZeneca si è rivelato efficace al 90% contro il 62% della dose intera.

La direttrice dell’équipe inglese che segue i test, ha spiegato che il sistema immunitario si attiva dalla dose corretta per esso, che non necessariamente corrisponde a quella completa. Le sperimentazioni, quindi, servono proprio ad affinare tali variabili nonostante la questione della mezza dose sia frutto di un caso e non di volontà.

La “svista” sulla dose

Solo un piccolo gruppo di volontari, 2.700 sui 23mila totali, ha ricevuto il vaccino AstraZenica parzialmente, tutti al di sotto dei 55 anni di età.

In una nota, l’Università di Oxford spiega che l’efficacia superiore sia probabilmente dovuta al fatto che il sistema immunitario nei giovani risponde meglio ai vaccini, oppure che si tratti di un gruppo di soggetti più suscettibile alle fluttuazioni statistiche. In ogni caso, la sperimentazione prosegue anche per valutare al meglio questa eventualità e i risultati dovrebbero essere pubblicati a giorni sulle riviste scientifiche, mentre le Autorità dovranno valutare se approvare o meno il vaccino, tra circa un mese.

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Cecilia Lidya Casadei

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine.

Leggi anche

Contents.media