×

Roma, invasione di topi: “Sbucano dai gabinetti”

Il sindaco alle prese con la derattizzazione che non funziona nella Capitale.

Topi
Topi

Continuano gli episodi di strana convivenza tra cittadini ed animali a Roma. Dopo i cinghiali che sono stati uccisi al parco giochi, arrivano i topi che risalgono le fognature ed escono dai gabinetti. Cosa sta succedendo? Questo fenomeno sta letteralmente terrorizzando il centro storico.

Invasione di topi a Roma

I topi, a causa della siccità, stanno risalendo le fognature in cerca di acqua, per sbucare direttamente dai gabinetti degli appartamenti. Il primo episodio, testimoniato da Repubblica, è avvenuto in via di Monte Verde, in zona Portuense. In un appartamento al piano seminterrato, la studentessa Arianna era di fronte al computer per una lezione a casa quando, durante una pausa di cinque minuti, è andata in bagno a sciacquarsi il viso.

Nell’acqua del water ha trovato un topo. La studentessa ha urlato e il topo si è spaventato per poi scappare nella tubatura di scarico. Subito hanno pensato dipendesse dai lavori di ristrutturazione di piazza Scotti, ma l’ipotesi è stata scartata dall’idraulico Giordano, chiamato dalla studentessa.

Non è un caso isolato, nell’ultimo mese sono intervenuto per la stessa situazione in un appartamento di piazza Risorgimento e in un altro su Lungotevere Prati.

Secondo me tutto dipende dalla mancanza di pioggia dell’ultimo periodo: si sono abbassati i livelli di acqua nei pozzetti del sistema fognario e, di conseguenza, i topi, comodamente all’asciutto, possono scorrazzare fin dentro gli sciacquoni delle case. Non a caso le abitazioni coinvolte dalle visite dei roditori sono vicine al Tevere, che registra un forte calo di livello delle acque” ha spiegato l’idraulico. Il fenomeno riguarda le zone vicino al Tevere. Ci sono alcuni sistemi che possono essere utilizzati per evitare queste sorprese poco gradite, ma rimane una questione della qualità dell’amministrazione cittadina. A Roma non ci sono ancora tracce dell’intervento di derattizzazione.

Contents.media
Ultima ora