×

Mose sollevato a Venezia, la città è all’asciutto

Condividi su Facebook

Venezia non si bagna con l'acqua alta: sollevato il Mose, le paratoie proteggono la città.

Mose sollevato Venezia

Nella mattinata di oggi, 2 dicembre, il Mose è stato sollevato a Venezia per proteggere la città dall‘acqua alta che, secondo le stime, raggiungerà circa 120 centimetri entro la fine della mattinata. A darne notizia è stato il comune della città veneta attraverso il proprio profilo Twitter ufficiale.

? #AcquaAlta #Mose ?@ICPSMVenezia comunica che il Sistema #Mose è attivo

Oggi Mercoledì #2dicembre previsti in mare 120cm alle 10:45.

? Si invita a seguire gli aggiornamenti sui social ufficiali pic.twitter.com/WFIF2O3wA1

— Comune di Venezia (@comunevenezia) December 2, 2020

Mose sollevato a Venezia

Stando poi a quanto riferito dal Centro maree del Comune, il livello dell’acqua oltre le paratoie è di 107 centimetri, mentre dalla parte interna e protetta è di 60 centimetri.

Questo dato vuol dire che la città storica è all’asciutto e dunque non dovrà fronteggiare una fenomeno di acqua alta con tutti i problemi logistici e economici che ne deriverebbero. Il Mose funziona anche in questo caso, così come era avvenuto anche lo scorso ottobre quando si era reso necessario il suo utilizzo.

La situazione più critica si registra al momento a Chioggia dove, visto il forte vento di bora, il mare è a 111 centimetri oltre la diga e a 90 centrimentri nella zona verso la terra ferma.

La situazione potrebbe inoltre andare ad aggravarsi nel fine settimana quando è prevista un’intensa perturbazione nella zona che porterà la marea a raggiungere dei livelli elevati che però al momento risulterebbero gestibili.

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

Contents.media