×

Vincenzo Semeraro, morto di cancro a 11 anni: il saluto straziante degli amichetti

Oggi si sono svolti a Taranto i funerali del piccolo Vincenzo Semeraro.

vincenzo semeraro

Martedì 24 ottobre Vincenzo Semeraro si è spento al Bambin Gesù di Roma. Aveva 11 anni e da tempo lottava contro un linfoma linfoblastico primitivo alle ossa. Nelle ultime settimane aveva anche contratto il Coronavirus. Era nato a Taranto, ma la malattia lo aveva portato lontano dalla sua città e, adesso, anche dalla sua famiglia.

Nel quartiere di origine (dove sorge l’Ilva) nessuno, nonostante le restrizioni, ha voluto privarsi di dargli un ultimo saluto.

Il saluto a Vincenzo Semeraro

Vincenzo Semeraro ha trascorso gli ultimi giorni di vita presso l’ospedale Bambin Gesù di Roma. La sua famiglia, tuttavia, ha voluto che anche il quartiere Tamburi di Taranto potesse dirgli addio. Il carro funebre, mercoledì 2 dicembre, è passato sotto la casa in cui il bambino è nato prima di dirigersi verso il cimitero San Brunone per la sepoltura.

In strada gli amichetti con cui da piccolo giocava. Le loro lacrime hanno commosso l’Italia.

Si è consumato l’ennesimo dramma di una comunità che da anni lotta contro il cancro. Troppe volte ha incontrato la morte da vicino, in modo così doloroso come adesso. 

Vincenzo viveva esposto alle sostanze ad azione cancerogena certa immesse nell’aria dall’impianto siderurgico costruito a ridosso della città. È morto. Di tumore. Oggi. È plausibile ed è probabile che l’esposizione alle sostanze cancerogene abbia determinato o concorso a determinare il cancro che ha ucciso il bambino.

La politica trasversalmente ha deciso che gli impianti devono rimanere in marcia. Altri bambini già in utero saranno esposti alle sostanze cancerogene immesse in ambiente dall’Ilva e questo li esporrà al rischio di ammalarsi e morire. Evidentemente non gliene importa niente a nessuno“, questa la denuncia della dottoressa Annamaria Moschetti.

Contents.media
Ultima ora