×

Dpcm: rimane l’obbligo di tampone per tornare al lavoro

Condividi su Facebook

Con il Nuovo Dpcm rimane l'obbligo di tampone per coloro che devono rientrare sul luogo di lavoro dopo la malattia.

Tamponi
Tamponi

Il tampone per tornare a lavorare dopo la malattia sarà ancora obbligatorio con il nuovo Dpcm. Ci sono stati dei punti poco chiari riguardo questo argomento, con diversi atti legislativi discordanti. Per togliere la confusione l’idea era quella di togliere il tampone del rientro, lasciando passare 21 giorni, ma ora è tutto nuovamente saltato.

Rimane l’obbligo del tampone

Ad aprile è stato stabilito che per rientrare al lavoro è necessario effettuare il tampone dopo essere stato malato. Ad ottobre, invece, il ministero della Salute aveva stabilito che se passano 21 giorni dal test positivo e non ci sono stati sintomi nell’ultima settimana non serve effettuare nessun test per ritenersi liberi dalla quarantena, ma semplicemente un attestato Asl rilasciato in automatico. Questi due diversi regolamenti hanno creato molta confusione.

Per risolverla, avevano pensato di togliere l’obbligo del tampone per rientrare a lavorare dopo tre settimane ma questo cambiamento è saltato.

Esistono casi di persone che restano positive per molto tempo, anche se non sono più contagiose. Per questo l’Oms e poi il ministero della Salute hanno deciso che trascorse tre settimane i rischi vanno a cadere, indipendentemente dal tampone. Ci sono persone, quindi, che potrebbero uscire di casa ma non andare a lavorare.

Per esempio, una commessa a seconda delle norme non può rientrare al lavoro se non ha il tampone negativo ad un mese dalla prima positività, ma potrebbe presentarsi nel negozio come cliente e comprare qualcosa.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Contents.media