×

Rivoli, volontario della Croce Verde muore per Covid a 73 anni

Armando Rizzi, volontario 73enne della Croce Verde, è morto per Covid: era stato uno dei primi soccorritori a intervenire nel rogo di ThyssenKarupp.

Volontario

Rivoli, un uomo di 73 anni, volontario della Croce Verde fino ai primi giorni di novembre, è morto dopo aver contratto il coronavirus.

Volontario della Croce Verde muore per Covid

Armando Rizzi ha svolto il suo ruolo da volontario nel corpo della Croce Verde di Rivoli fino a sabato 7 novembre 2020.

L’uomo, risultando positivo al Covid, aveva sospeso la propria attività di volontariato ed era stato ricoverato in ospedale mercoledì 11 novembre, quattro giorni dopo il suo ultimo incarico. Con il trascorrere delle settimane, le condizioni di Rizzi sono gradualmente peggiorate fino a causare il decesso del 73enne nella giornata di domenica 6 dicembre.

Alla notizia del decesso, la Croce Verde ha pubblicato un post su Facebook per salutare e onorare uno dei suoi membri più attivi e altruisti: «Comunichiamo purtroppo che pochi minuti fa ci è giunta la triste notizia della scomparsa del nostro volontario Armando Rizzi; il Covid se lo è portato via.

In tutti questi anni è stato un esempio per lo spirito di volontariato e un modo di essere volontario che tutti i nostri giovani dovrebbero seguire. Ciao Armando, sarai sempre con noi».

Il rogo della ThyssenKrupp di Torino

Armando Rizzi era entrato a far parte della Croce Verde nel 1998 e, nel corso dei suoi 22 anni di carriera, aveva partecipato in modo decisivo a numerosi interventi.

In particolar modo, ricordava spesso un episodio avvenuto il 6 dicembre del 2007: fu, infatti, uno dei primi soccorritori a raggiungere corso Regina Margherita nella notte in cui ebbe luogo il rogo della ThyssenKrupp di Torino, durante il quale rimasero feriti molti operai impiegati presso l’acciaieria.

Contents.media
Ultima ora