×

Venezia: il Mose funziona, ma la marea massima non è ancora arrivata

 Il Mose dovrebbe essere attivato solo per previsioni intorno ai 130 cm, ma si è alzato comunque.

Mose sollevato Venezia

Risulta essersi attivato il sistema Mose per la difesa di Venezia dall’acqua alta. Le paratie alle tre bocche di porto (Lido, Alberoni e Chioggia), che in tutto sono 78, sono state alzate durante la notte dopo una previsione di marea di 123 cm sul medio mare intorno alle 9:30.

In realtà il Mose dovrebbe essere attivato solo per le previsioni intorno ai 130 cm, ma dopo la marea di martedì salita a 138 cm rispetto a una previsione intorno ai 122 cm si è deciso di non rischiare e alzarlo comunque.

Venezia: il Mose funziona

Il Mose era stato sollevato anche nella giornata di sabato 5 dicembre alle 3 del mattino. “Riuscito il primo sollevamento notturno di tutte le paratie del Mose – aveva dichiarato Cinzia Zincone, Provveditore alle opere pubbliche del Triveneto.

“Senza le barriere del sistema idraulico – avevano spiegato dal Centro maree – l’acqua si sarebbe spinta a +135 centimetri“. E ancora: La punta massima in mare finora è stata di 127 centimetri, misurati alla diga del Lido. Ma con un vento di scirocco a 75 km orari – precisano gli esperti -, l‘acqua si sarebbe insaccata verso l’interno della laguna, superando ampiamente il metro e 30″.

Un nuovo picco di acqua alta era poi previsto per domenica 6 dicembre. Anche in questo caso le barriere hanno fatto il loro lavoro, riparando la città. Sorte diversa invece martedì 8, quando il Mose non è stato alzato per vie delle previsioni troppo ottimistiche riguardo alla precipitazioni.

Nato a Milano, classe 1992, è laureato in Storia all'Università degli Studi di Milano Statale. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Libero Quotidiano e TGCOM24.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Andrea Ienco

Nato a Milano, classe 1992, è laureato in Storia all'Università degli Studi di Milano Statale. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Libero Quotidiano e TGCOM24.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora