×

Silvana Fiore, Oss morta a 50 anni per Covid: “Medico si è rifiutato di visitarla”

Silvana Fiore è morta a causa di Covid-19 dopo avere atteso per settimane di essere visitata.

silvana fiore

Silvana Fiore è morta in poche settimane dopo avere contratto il Covid-19. La donna è stata contagiata in una Rsa in Molise, dove lavorava come Oss e in cui è scoppiato un focolaio. Ai primi sintomi del virus il medico di base si è rifiutato di visitarla per paura.

Anche nel momento in cui le sue condizioni di salute si sono aggravate non ha ricevuto alcuna cura. È morta a 50 anni nel reparto di malattie infettive al Covid Hospital di Atri.

La denuncia del figlio di Silvana Fiore

Ad uccidere mamma non è stato il Covid, ma un’assistenza sanitaria che reputo tardiva“, ha denunciato il figlio Luigi Ricci.

Poi il racconto del dramma di Silvana Fiore, iniziato lo scorso 20 novembre. “Abbiamo chiamato il nostro medico ma lui, senza nemmeno sapere se mia madre era positiva, si è rifiutato di visitarla, dicendo: “mi spiace ma non rischio di infettarmi. E le prescrive un antibiotico generico e il cortisone“.

Quattro giorni dopo i sintomi la donna ha effettuato privatamente il tampone, che ha dato esito positivo. “Il medico invece di venire a visitarla , le consiglia di andare in farmacia a comperare una bombola per l’ossigeno“.

Soltanto due giorni dopo le condizioni di salute di Silvana Fiore si sono aggravate, tanto che il marito chiama il 118. Anche in questo caso, tuttavia, non ricevono aiuto. “I sanitari, dopo aver visitato mia madre, dicono che si trattava di un attacco di panico. E decidono, contro la nostra volontà, di non portarla in ospedale“.

La famiglia così mette in auto Silvana Fiore e la porta nell’ospedale dell’Alto Sangro. “Arrivati al pronto soccorso, ci mandano via perché, dicono, è una paziente di competenza Asl molisana. Papà, disperato, riprende la macchina e riparte verso casa. Ma durante il viaggio, mamma ha una forte crisi. Babbo rigira e la riporta all’ospedale di Castel di Sangro“. Soltanto lì viene accolta, ma poiché le sue condizioni sono troppo gravi viene trasferita ad Atri, dove viene intubata. “Nell’ospedale teramano hanno fatto di tutto per salvarla e ci hanno trattato con molta umanità“. Eppure, la cinquantenne non ce l’ha fatta.

Nata a Palermo, classe 1998, è laureata in Scienze delle comunicazioni per i media e le istituzioni e iscritta all'Albo dei giornalisti pubblicisti. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Mediagol e itPalermo.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Ferrara

Nata a Palermo, classe 1998, è laureata in Scienze delle comunicazioni per i media e le istituzioni e iscritta all'Albo dei giornalisti pubblicisti. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Mediagol e itPalermo.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora