×

Campagna vaccini, Anelli: “Dubito che troveremo i medici”

Condividi su Facebook

Per la campagna di vaccini in programma a gennaio, Anelli dubita che si possano trovare 3000 medici.

anelli medici campagna vaccini

Come annunciato dalla presidente Ue Ursula Von der Leyen, il 27 dicembre partirà la campagna di vaccinazione anche in Italia, ma il presidente dell’Ordine dei Medici Filippo Anelli dichiara: “Servono 3mila medici per somministrazione dei vaccini, ma chissà se li troveremo”.

Vaccini, Anelli: “Servo medici per la campagna”

I vaccini contro il covid arriveranno anche in Italia a partire dal 27 dicembre, come confermato dalla Ue, ma ora ciò che preme al presidente dell’Ordine dei Medici Filippo Anelli è trovare i medici per la campagna di vaccinazione.

In un’intervista rilasciata a Fanpage.it, il presidente della Fnomceo innanzitutto vuole rassicurare colleghi e cittadini ancora indecisi. “I vaccini sono tra i farmaci più sicuri al mondo. Compito del medico è quella di attenersi alle regole stabilite dall’ente regolatore. Se questi farmaci saranno autorizzati, vuol dire che il vaccino è sicuro ed efficace“.

Le informazioni che ci arrivano dalle agenzie regolatorie, l’inglese Mhra in primis e poi l’Fda americana sono più che tranquilizzanti perché confermano che le prove di efficacia e sicurezza del siero sono più che positive“.

Così afferma Anelli.

Sulla sicurezza del vaccino non ha dubbi, ma il discorso cambia quando si parla dell’organizzazione dei centri vaccinali. Secondo quanto previsto dal commisario all’emergenza covid Domenico Arcuri, si dovranno assumere oltre 3mila medici per attuare la campagna di vaccinazione a gennaio.

Un’idea ottima in teoria, ma in pratica poco fattibile, come spiega Anelli: “Il bando per il reclutamento dei medici in vista del vaccino è restrittivo. Partendo dal presupposto che al momento tutti coloro che sono già impegnati sul campo non possono parteciparvi. Restano solo i pensionati e i neolaureati. Diciamo che da parte nostra il dubbio che alla fine questi 3000 colleghi non si troveranno esiste“, così ha concluso il presidente della federazione Nazionale dei medici.

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Alborghetti

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora