×

Taranto, poliziotto dà un calcio a Max, il cane del quartiere

Condividi su Facebook

Max, cane del quartiere, aggredito da un pubblico ufficiale: l'episodio è comprovato da un video girato da un passante.

Max

Max, cane del quartiere vivente a Taranto, è stato aggredito da un poliziotto. Il pubblico ufficiale avrebbe maltrattato l’animale prendendolo a calci. L’episodio sarebbe comprovato da un video girato da un passante. La vicenda ha scatenato l’indignazione generale.

Il cane era salito agli onori delle cronache in tempi recenti in quanto era stato portato in canile, in seguito a una segnalazione da parte dell’Asl. Il primo cittadino di Taranto, Rinaldo Melucci, dopo una petizione che aveva raccolto diverse migliaia di firme, si era dunque recato di persona presso il canile firmando un’ordinanza affinché il meticcio venisse liberato.

La vita di Max, cane del quartiere

Max è un cane meticcio che da diversi anni vive a Taranto da randagio.

L’animale è molto amato, tanto da diventare una sorta di mascotte per i cittadini del comune pugliese. Nel video, divenuto virale sui social, è possibile vedere l’agente di polizia dare un calcio all’animale, che guaisce a testa bassa dopo essere stato maltrattato.

La versione del poliziotto

Il poliziotto protagonista della vicenda ha riferito di essere intervenuto in soccorso di una donna e un bambino che sarebbero stati molestati da Max. Nonostante tutto, molti sono stati i commenti negativi verso il pubblico ufficiale sul web. “Vergogna” è uno delle affermazioni più utilizzate relative all’accaduto. Alcuni cittadini hanno voluto omaggiare Max dedicandogli una pagina Facebook: Max il cane di Taranto.

Nato a Capua il 4 Agosto 1988, si è laureato in Filologia classica e moderna ed è iscritto all'Ordine dei giornalisti di Napoli. Collabora con diverse testate giornalistiche online, tra cui Blasting News e Scuolainforma.


Contatti:
3 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Ivan Gando
17 Dicembre 2020 18:06

Anche nella polizia si nasconde qualche testa di c….

Edmr
17 Dicembre 2020 18:24
Risponde a  Ivan Gando

Si credono perfetti …..ma nascondono moltoo

Edmr
17 Dicembre 2020 18:26
Risponde a  Ivan Gando

Hai ragione


Contatti:
Marco Della Corte

Nato a Capua il 4 Agosto 1988, si è laureato in Filologia classica e moderna ed è iscritto all'Ordine dei giornalisti di Napoli. Collabora con diverse testate giornalistiche online, tra cui Blasting News e Scuolainforma.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora