×

Vaccino Covid in Lombardia, Gallera: “Pronti frigoriferi per conservare dosi”

La vaccinazione di massa parte ufficialmente i primi di gennaio, dopo l'arrivo dell'ok al piano vaccini delle Regioni

Coronavirus in Lombardia, parla Gallera
Coronavirus in Lombardia, parla Gallera

La Regione Lombardia è pronta a ricevere le prime 305mila dosi di vaccino contro il Covid 19. Parola dell’Assessore Giulio Gallera, che ha garantito che “in due terzi degli hub ci sono già i frigoriferi per conservare a basse temperature le dosi, mentre negli altri la Regione si sta adoperando”.

Nella Regione ci sono 65 hub e sarebbero pronti i due terzi dei frigoriferi. Il vaccino Pfizer, infatti ha bisogno di essere conservato a bassissime temperature. Deve essere conservato a 70 gradi sotto lo zero in super congelatori in cui può durare fino a 6 mesi prima della somministrazione.

Vaccino Covid in Lombardia

Le prime dosi che riceverà la regione saranno 304.955, a fronte però di quasi 10 milioni di abitanti che abitano in Lombardia.

I primi a ricevere il vaccino saranno i medici e gli infermieri, poi toccherà alle Forze dell’Ordine e alle classi più a rischio. Per il resto della popolazione si dovrà attendere almeno fino a questa estate.

Il piano vaccini, presentato dal Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri, dopo la conferenza Stato-Regioni, ha ricevuto il via libera ufficiale durante la riunione convocata da Francesco Boccia, ministro degli Affari regionali.

Nella giornata di ieri, martedì 16 dicembre 2020, il Commissario Arcui ha inviato alle Regioni una sorta di libretto di istruzioni per il vaccino ed entro la prossima settimana invierà tutte le indicazioni per la procedura di somministrazione.

“La campagna vaccinale sarà una sfida che vinceremo tutti insieme” ha dichiarato Francesco Boccia, ministro degli Affari Regionali. “Oggi diamo il via libera al piano di distribuzione e domani portiamo il documento condiviso in Conferenza Stato-Regioni in modo da renderlo subito operativo anche dal punto di vista formale. Le Regioni hanno fatto insieme al commissario Arcuri un lavoro puntuale e molto rigoroso”.

Nato il 18 luglio del 1990, vive a Cassina de' Pecchi. Si è laureato in Storia per seguire la propria voglia di conoscere il passato, ho iniziato l'attività giornalistica per analizzare il presente e le sue innumerevoli contraddizioni. Collabora con Metropolis Notizie e Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Mattia Pirola

Nato il 18 luglio del 1990, vive a Cassina de' Pecchi. Si è laureato in Storia per seguire la propria voglia di conoscere il passato, ho iniziato l'attività giornalistica per analizzare il presente e le sue innumerevoli contraddizioni. Collabora con Metropolis Notizie e Notizie.it.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora