×

Esplosione Chieti, le storie dei tre operai morti nella deflagrazione

Condividi su Facebook

La comunità di Casalbordino sta piangendo da ieri i tre operai morti nell'esplosione della fabbrica di recupero munizioni sita in provincia di Chieti.

A meno di un giorno dall’esplosione avvenuta a Casalbordino, in provincia di Chieti, migliaia di persone sono ancora incredule di fronte alla morte di Carlo Spinelli, Paolo Pepe e Nicola Colameo, i tre operai morti nell’incidente alla Sabino Esplodenti mentre erano impegnati negli ultimi lavori prima della meritata pausa per le vacanze di Natale.

Tutti e tre lasciano nel dolore sia le rispettive famiglie che le comunità dei paesi dove erano residenti, colpite da una tragedia così intensa proprio nel mezzo delle festività.

Esplosione Chieti, le vite dei tre operai

Il più giovane dei tre era Paolo Pepe, residente nel centro storico di Pollutri, che nell’esplosione ha lasciato una moglie e un figlio di soli tre anni. Pepe era inoltre molto conosciuto a Pollutri, dove ricopriva la carica di vicepresidente della locale sezione dell’Avis. Nicola Colameo lascia invece la moglie e i suoi due figli di 14 e 16 anni, mentre Carlo Spinelli lascia anche lui la sua compagna e tre figli.

Secondo le ricostruzioni finora effettuate dalle forze dell’ordine, e coordinate dal sostituto procuratore di Vasto Gabriella De Lucia, i tre operai stavano movimentando dei razzi di segnalazione per barche che dovevano essere smaltiti, quando per cause ancora da chiarire è avvenuta l’esplosione che li ha travolti e uccisi.

Le parole del sindaco di Casalbordino

Nel frattempo il sindaco di Casalbordino Filippo Marinucci ha voluto esprimere il suo cordoglio per la scomparsa dei tre operai: “A Dio, Carlo. A Dio, Paolo. A Dio, Nicola. A nome di tutta la comunità esprimo i miei più sinceri sentimenti di cordoglio a coloro che sono stati colpiti da questa immane tragedia. Gli incidenti sul lavoro che spezzano le vite umane sono avvenimenti difficili da comprendere. Esprimo tutta la mia vicinanza, in questo momento di dolore, ai familiari per aver perso il proprio caro in maniera così violenta. La nostra vicinanza va’ anche alle comunità di Pollutri e di Guilmi che insieme a noi piangono le vittime di questa tragedia. Il giorno del funerale del concittadino Carlo Spinelli sarà decretato il lutto cittadino.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Contents.media