×

Covid, al Policlinico Bari quasi pronto il reparto sub-intensivo

In vista della terza ondata pandemica, il Policlinico di Bari si sta attrezzando con il nuovo reparto di terapia sub-intensivo.

policlinico bari prepara la nuova terapia sub intensiva

Rinnovamenti importanti al Policlinico di Bari in vista della terza ondata epidemica: grazie agli stanziamenti della regione Puglia, il Policlinico sta costruendo a tempo di record, il reparto di terapia sub-intensiva.

Policlinico Bari: quasi pronto il reparto sub-intensivo

Il Policlinico di Bari, così come altri ospedali della regione Puglia, ha deciso di non farsi trovare impreparato dalla terza ondata pandemica, e così, grazie agli stanziamenti della regione Puglia e dello Stato, ha deciso di dar vita ad un nuovo reparto di terapia sub-intensiva, simile a quello realizzato al Policlinico Riuniti di Foggia. I soldi stanziati per gli adeguamenti sanitari a disposizione degli ospedali, sono stati di 174 mila euro, messi a disposizione dalla regione Puglia, mentre 3.49 milioni di euro sono stati posti sul piatto dallo Stato Italiano.

Risorse che sono state ripartire tra i vari ospedali, quali: ospedale Di Venere di Bari, San Paolo di Bari, l’ospedale di Molfetta, Corato, Putignano, Monopoli, il Vito Fazzi di Lecce, il Pta di Torre Maggiore, il Pta di Mottola, il Policlinico Riuniti di Foggia, l’ospedale Perrino di Brindisi, i Pta di Brindisi, il Pta di Triggiano.

Al Policlinico si è deciso di investire nella costruzione di una struttura campale, non lontana dal Pronto Soccorso, da completare nell’arco di 10 giorni.

La struttura avrà 16 posti letto di terapia sub-intensiva, più 10 posti di Rianimazione integrati. Sarà dotata di apparecchiature e dispositivi da terapia intensiva, monitor multidisciplinari, sistemi di ventilazione e alti flussi.

La struttura è stata pensata per accogliere i pazienti con forte sospetto di Covid o che hanno già ricevuto la diagnosi di contagio, in modo da diminuire la pressione sugli altri reparti dell’ospedale. Il reparto dovrebbe essere inaugurato ai primi di Gennaio.

Oltre a questo adeguamento, nella Fiera del Levante, si sta allestendo un ospedale da campo per i malati di Covid, il cui coordinamento è affidato alla Protezione Civile regionale.

Contents.media
Ultima ora