×

Battipaglia, bambino muore in strada per un malore fulminante

Condividi su Facebook

Il piccolo si trovava all'interno di un negozio ed è stato travolto da un malore improvviso che non gli ha lasciato scampo.

bambino-muore-strada-malore
bambino-muore-strada-malore

A Battipaglia un bambino di soli 12 anni muore in strada colto da un malore improvviso. Inutili gli interventi per rianimarlo da parte dei soccorritori.

Bambino muore in strada dopo malore

Una tragedia sconcertante ha devastato il comune di Battipaglia che, nella Piana del Sele, ha assistito alla morte fulminante di un bambino di appena 12 anni.

Il piccolo si trovava in via Trieste, all’interno di un locale commerciale ed è stato colto da un malore improvviso e fulminante. La povera vittima non ha avuto scampo ed è morto sul colpo. Inutili gli interventi compiuti dai soccorritori che sono corsi sul posto della tragedia.

I medici del 118 hanno provato a rianimalo, tentando per un’ora il massaggio cardiaco che purtroppo non ha sortito alcun effetto sul bambino.

Sul posto si sono precipitati i Carabinieri della compagnia di Battipaglia e il Pubblico Ministero del Tribunale di Salerno. Il magistrato ha disposto l’esame autoptico. Ma i medici hanno subito affermato che si è trattato di una morte naturale. Un infarto o un aneurisma le loro ipotesi che verranno confermate nel corso dell’analisi.

La salma del povero 12enne è stata trasportata quindi all’obitorio dell’Ospedale Maria Santissima di Battipaglia ma si pensa che già nelle prossime ore il corpo potrà essere restituito ai familiari del piccolo.

Una notizia che ha sconvolto l’intera cittadina della provincia salernitana. Un terribile epilogo di un anno già colmo di notizie tremende.

Messinese, classe 1993, laureata magistrale in "Media, comunicazione digitale e giornalismo” presso La Sapienza di Roma. Collabora con “Auralcrave”, “Che tv fa”, “Metropolitan Magazine”.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Maria Zanghì

Messinese, classe 1993, laureata magistrale in "Media, comunicazione digitale e giornalismo” presso La Sapienza di Roma. Collabora con “Auralcrave”, “Che tv fa”, “Metropolitan Magazine”.

Leggi anche

Contents.media