×

Focolaio a Capizzi, la Regione Sicilia dice sì alla zona rossa

Condividi su Facebook

Desta sempre più preoccupazione la creazione del focolaio nel comune di Capizzi. La Regione Sicilia ha detto sì alla zona rossa.

focolaio Capizzi zona rossa
focolaio Capizzi zona rossa

In seguito alla situazione preoccupante che si è venuto a creare dopo che 150 persone hanno partecipato ad una festa non autorizzata in noto locale di Nicosia ad Enna, ci sono stati degli sviluppi importanti per ciò che riguarda il focolaio che si è sviluppato nel comune di Capizzi in provincia di Messina, dove 58 persone sono risultate positive al tampone.

La Regione Sicilia ha approvato infatti la richiesta da parte del sindaco di Capizzi di instaurare una zona rossa che sarà attiva a partire dalle ore 14.00 del 3 gennaio e rimarrà attiva per una decina di giorni. Stando a quanto riportato dalla nota diffusa dalla Regione Sicilia le misure contenute nell’ordinanza firmata dal Governatore Musumeci rimarranno in vigore fino alla mezzanotte del 13 gennaio.

Focolaio a Capizzi, instaurata zona rossa

Dopo la nascita di un focolaio nel comune di Capizzi in provincia di Messina, il Governatore della Regione Sicilia Nello Musumeci ha firmato un’ordinanza che instaura la zona rossa a partire dalle ore 14 del 3 gennaio. Nella nota diffusa dalla Regione Sicilia si legge: “Lo prevede un’ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. Il provvedimento, preso d’intesa con l’assessore alla Salute Ruggero Razza, vista la relazione dell’Asp e sentito il sindaco, serve a salvaguardare la salute pubblica e contrastare la diffusione del Coronavirus.

Le misure restrittive resteranno in vigore fino alla mezzanotte di mercoledì 13 gennaio”.

La nascita del focolaio in seguito alla festa alla quale hanno partecipato moltissime persone provenienti da Capizzi ha destato una grande preoccupazione. Per questo motivo il sindaco di Capizzi se era adoperato affinché venisse instaurata la zona rossa: “Dopo la festa c’è stata una escalation, forse non direttamente correlata… ovviamente, in un momento come questo, non era assolutamente opportuno fare alcunché’. L’istituzione della zona rossa sarebbe un aiuto per debellare più in fretta la diffusione”, ha dichiarato.

Classe 1989, laureata in Lingue per il turismo e il commercio internazionale, gestisce il blog musicale "432 hertz" e collabora con diversi magazine.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Valentina Mericio

Classe 1989, laureata in Lingue per il turismo e il commercio internazionale, gestisce il blog musicale "432 hertz" e collabora con diversi magazine.

Leggi anche

Contents.media