×

Covid, lo sfogo di Maria: “La superficialità delle persone ha ucciso mia madre”

Secondo Maria Chiara "basterebbe davvero poco, che tutti facessimo il nostro". E "invece no, perché qualcuno si sente superiore"

Donna morta per covid

“Prima ancora del virus a uccidere mia madre è stata la superficialità di chi non rispetta le misure anti-Covid“, si sfoga così, con un post su Facebook, Maria Chiara Manto, figlia della maestra deceduta a 65 anni dopo aver preso la malattia.

“Ho pensato che un dolore e un mese vissuto così non si metabolizzano probabilmente mai” e così ha deciso di scrivere il post su Facebook. “Questo virus fa male. Uccide. Uccide le persone sane, sane e con tanta voglia di vivere come mia madre, che in vita sua probabilmente non ha mai neanche preso un antibiotico. Non sono mai stata terrorizzata da questo mostro, e non lo sono neanche ora.

Sono terrorizzata dalle persone!”

Covid, “sono state le persone a uccidere mia madre”

Maria poi spiega meglio quello che ha passato. “Si perché se lui (il covid, ndr) continua a uccidere e a distruggere intere famiglie la colpa non è della scuola, dei trasporti, del governo. La colpa è delle persone che non rispettano le regole!”. E ancora: “Mia madre è stata uccisa dalla superficialità con cui qualcuno affronta questa situazione”.

Secondo Maria Chiara “basterebbe davvero poco”, basterebbe “che tutti facessimo il nostro”.

E “invece no, perché qualcuno si sente superiore alle regole e alle raccomandazioni. Perché tanto sono tutte stronzate. Peccato che però a pagare sia sempre qualcun altro”.

Non andrà tutto bene, non ne usciremo“, continua. “Mi dispiace soprattutto per gli angeli che si sono presi cura di mia madre dal momento del ricovero alla sua morte. Perché loro fanno davvero di tutto per ovviare alla negligenza e alla stupidità di certe persone”.

Contents.media
Ultima ora