×

Altro rider aggredito a Napoli: volevano rubargli lo scooter

Aggredito e rapinato un altro rider a Napoli: l'uomo stava percorrendo via Terracina.

Altro rider aggredito a Napoli

Un altro rider è stato aggredito a Napoli mentre era intento a svolgere il proprio lavoro. In sella al proprio scooter, un Berverly, il ragazzo di 33 anni stava percorrendo via Terracina, la strada che collega i quartieri di Bagnoli e Fuorigrotta, quando è stato fermato da due individui armati di pistola che gli hanno intimato di lasciare il mezzo.

Entrambi gli aggressori avevano il volto coperto da un casco integrale e dunque sarà molto difficile poterli identificare. Al vano tentativo di reazione del malcapitato ha fatto seguito un attacco d’ira di uno dei due delinquenti che ha sferrato un colpo utilizzando il calcio dell’arma da fuoco. I due sarebbero poi scappati e l’uomo avrebbe chiamato i soccorsi. È stato trasportato inoltre in ospedale e le sue condizioni per fortuna non sarebbero gravi.

Altro rider aggredito a Napoli

Le indagini per l’aggressione sono ora affidate alla Polizia di Stato, ma, come già accennato, non sarà facile identificare gli aggressori. Entrambi indossavano un casco integrale e, per di più, via Terracina è una strada priva di videocamere di sorveglianza e di sera è sempre praticamente deserta. Un colpo dunque studiato per assicurarne la sicurezza da parte dei rapinatori.

Quanto avvenuto richiama inevitabilmente anche l’altra vicenda di Giovanni Lanciato, il rider di 50 anni accerchiato e malmenato da un gruppo di 6 persone mentre effettuava le sue consegne in Calata Capodichino. In quel caso, anche per il grande risalto mediatico che aveva avuto il video di quell’aggressione, in piche ore erano stati individuati i rapinatori ed era stato ritrovato dagli agenti di Secondigliano e della Squadra Mobile lo scooter sottratto all’uomo.

Contents.media
Ultima ora