> > Rider aggredito a Napoli, 5 dei 6 ragazzi chiedono la scarcerazione

Rider aggredito a Napoli, 5 dei 6 ragazzi chiedono la scarcerazione

Rider aggredito a Napoli scarcerazione

Gli avvocati degli aggressori del rider di Napoli chiedono la scarcerazione dei loro assistiti.

Ben 5 dei 6 aggressori del rider di Napoli hanno chiesto la scarcerazione.

Nello specifico i legali dei ragazzi che avevano preso a calci e pugni il lavoratore intento in una consegna nel tentativo di rubargli lo scooter, hanno presentato istanza al Tribunale del Riesame per la revoca della misura cautelare che è stata emessa dall’autorità giudiziaria. La discussione in aula sul tema è prevista per l’inizio della prossima settimana, mentre oggi, 13 gennaio, ci sarà l’appello per il sesto e ultimo ragazzo arrestato che aveva preso parte all’aggressione.

Rider aggredito a Napoli: chieste scarcerazioni

I fatti, avvenuti lo scorso 2 gennaio a Capodichino, avevano avuto un grande risalto mediatico anche grazie al video ripreso e diffuso da un abitante delle zona. Immagini di violenza e prepotenza nei confronti del rider che avevano portato molti a mostrare grande solidarietà nei suoi confronti, tanto che è stata avviata una raccolta fondi (poi bloccata per accertamenti) per ricomprargli il motorino.

In poco tempo sono stati raggiunti 11mila euro, ma la somma è stata rifiutata dal rider, in quanto il motorino gli è stato riconsegnato.

I 6 aggressori sono stati arrestati poco dopo i fatti e sono accusati di concorso in rapina aggravata dall’accanimento nei confronti del rider. Si tratta in generale di ragazzi molto giovani, due 16enni, due 17enni, uno di 19 e uno di 20. Per i minorenni è stata disposta la custodia cautelare in istituto penale minorile e i loro avvocati stanno tentando di far cadere l’aggravante della crudeltà.