×

Auto rubata a donna disabile: i ladri restituiscono e chiedono scusa

A comunicare il ritrovamento della Fiat Doblò è stata una delle figlie sui social.

Auto rubata a Bari, le scuse dei ladri

Una donna disabile è stata vittima del furto dell’automobile, una Fiat Doblò attrezzata per consentire il regolare spostamento di Maria Elena. La vicenda è accaduta a Bari e dopo vari appelli social si è conclusa nel miglior modo possibile. Il mezzo era parcheggiato vicino l’ospedale Di Venere.

Al rientro verso la vettura l’amara sorpresa.

L’appello

Rita, una delle figlie della donna, ha postato su Facebook la foto del mezzo rubato, descrivendone anche l’importanza per la vita di tutti i giorni della mamma Maria Elena che è affetta da sclerosi multipla.

La storia ha ottenuto tantissime condivisioni, ma la vicenda non è finita qui.

Le scuse

I ladri hanno restituito il mezzo alla famiglia, facendo ritrovare la vettura con tanto di scuse scritte su un biglietto.

“Anche noi abbiamo un cuore. Scusateci, non sapevamo della vostra patologia – si legge sul biglietto lasciato in macchina – scusateci ancora”. La storia è terminata nel migliore dei modi e l’annuncio del ritrovamento del mezzo è arrivato da Renata, l’altra figlia della donna.

Altri episodi pericolosi

Non tutte le situazioni terminano nel migliore dei modi. A Savona un ladro ha preso una vettura e si è messo a sfrecciare in pieno centro. Tantissimo lo spavento tra i presenti: successivamente l’uomo ha abbandonato il mezzo ed è fuggito. L’arrivo della polizia ha permesso di bloccare l’uomo vicino il lungomare. In un altro caso, invece, l’inseguimento con le forze di pubblica sicurezza ha provocato il ferimento di due persone. L’episodio è accaduto in Brasile.

Nato a Roma nel 1991 e cresciuto a Cosenza, pratica l’attività giornalistica dal 2015. Ama spaziare tra le mille sfaccettature del giornalismo e le tante notizie che arrivano da tutto il mondo. Attualmente collabora con Ottoetrenta.it, MeteoWeek.com e Notizie.it.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Cristian
20 Gennaio 2021 09:12

Se io ero il padrone li avrei rintracciati e giustiziati con un colpo alla nuca. Niente pietà per queste persone che hanno il coraggio di rubarti le cose. Io sono alla Mussolini. Quest’Italia merita 3 pulizie: etnica, rom e politici ladri. Io non ho paura di nessuno se vengono a casa mia non ne escono più. Li faccio giocare alla THE SAW!


Contatti:
Alessandro Artuso

Nato a Roma nel 1991 e cresciuto a Cosenza, pratica l’attività giornalistica dal 2015. Ama spaziare tra le mille sfaccettature del giornalismo e le tante notizie che arrivano da tutto il mondo. Attualmente collabora con Ottoetrenta.it, MeteoWeek.com e Notizie.it.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora