×

Viola: “Varianti sudafricana e brasiliana aiutano il virus a nascondersi”

Condividi su Facebook

Covid-19: le varianti sudafricana e brasiliana aiuterebbero il virus a 'nascondersi' tra gli anticorpi. A dirlo è Antonella Viola.

antonella viola variante sudafricana e brasiliana

Nel corso di un’intervista all’Huffington Post, l’immunologa Antonella Viola ha fatto comprendere come le varianti sudafricana e brasiliana del coronavirus siano più subdole, in quanto aiuterebbero il virus a “nascondersi” tra gli anticorpi. Del resto non è un segreto che per sopravvivere i virus tendano a mutare.

Il coronavirus utilizza lo stesso metodo per proliferare. Le mutazioni individuate dagli scienziati nell’ultimo periodo sono state innumerevoli, a volte non di importanza rilevante. Al momento le mutazioni considerate più significative sono state tre: la variante inglese, brasiliana e sudafricana.

Varianti sudafricana e brasiliana: più pericolose?

A spiegare dettagliatamente la particolarità delle varianti sudafricana e brasiliana è stata la professoressa Antonella Viola. L’immunologa ha dichiarato che esse presentano una mutazione “che altera l’interazione degli anticorpi col virus, ostacolando la sua neutralizzazione”.

Viste le premesse, una possibilità di reinfezione è dunque concreta e ciò implica, inoltre “la probabile mancata efficacia degli anticorpi monoclonali”. Viola ha spiegato che al momento non ci sono dati certi circa gli effetti del vaccino nei confronti delle due varianti.

Protezione garantita per la variante inglese

Riguardo alla variante inglese, Antonella Viola ha spiegato che in tal caso “la protezione è garantita”. Tuttavia, in merito alle altre due varianti, la situazione dovrà essere necessariamente approfondita.

Viola escluderebbe quasi del tutto, comunque, una totale mancanza di efficacia dei vaccini di fronte alle varianti attualmente conosciute. Il coronavirus, intanto, sta divenendo più contagioso e tende a “nascondersi” tra gli anticorpi dell’organismo umano. Si tratta del suo tentativo di sopravvivere dinanzi a un numero sempre più alto di individui immunizzati.

Nato a Capua il 4 Agosto 1988, si è laureato in Filologia classica e moderna ed è iscritto all'Ordine dei giornalisti di Napoli. Collabora con diverse testate giornalistiche online, tra cui Blasting News e Scuolainforma.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Della Corte

Nato a Capua il 4 Agosto 1988, si è laureato in Filologia classica e moderna ed è iscritto all'Ordine dei giornalisti di Napoli. Collabora con diverse testate giornalistiche online, tra cui Blasting News e Scuolainforma.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora