×

Lucca, uomo morto mentre lavora nel bosco come il fratello 25 anni prima

Un uomo di 47 anni è morto travolto da un albero mentre stava lavorando nel bosco: la stessa sorte era toccata al fratello, 25 anni prima.

Incidente sul lavoro

Un uomo di 47 anni, Luigi Viviani, è deceduto a causa della caduta di un albero mentre svolgeva il proprio lavoro in un bosco. Allo stesso modo, 25 anni fa, era morto Doriano Viviani, fratello del 47enne.

Uomo morto mentre lavora nel bosco

Luigi Viviani viveva a Castelnuovo, era impiegato come operaio presso la coop Centro Legno Ambiente e padre orgoglioso di due adolescenti. L’incidente che ha provocato la morte dell’uomo è avvenuto alle ore 8:30 circa di giovedì 21 gennaio, a Camporgiano, in un bosco della Garfagnana.

L’operaio aveva ricevuto l’incarico di tagliare alcune piante che si trovavano nella frazione di Poggio, caratterizzata dalla presenza di una considerevole area boschiva, poco distante dalla strada provinciale di Vagli.

Svolgendo la propria mansione, tuttavia, Luigi Viviani è stato scaraventato a oltre quattro metri di distanza, in seguito alla brusca caduta di un albero che ha trascinato con sé un tronco di grandi dimensioni, reso instabile dal maltempo.

Le dinamiche dell’incidente

Sul luogo del drammatico incidente, si sono prontamente recati i carabinieri che hanno raccolto le testimonianze dei presenti. Sulla base delle prime ricostruzioni effettuate, né la vittima né gli altri colleghi presenti avevano nottato il tronco pericolante, poggiato precariamente a ridosso di altre piante.

Pertanto, quando Luigi Viviani ha tagliato uno delle piante vicine al grosso albero, il suo gesto ha involontariamente innescato il tragico evento. L’impatto col tronco, poi, ha sbalzato l’uomo a diversi metri di distanza e ne ha causato la morte sul colpo per trauma cranico. I soccorritori giunti sulla scena – tra i quali erano presenti il personale del 118, i vigili del fuoco e i tecnici per la prevenzione, l’igiene e a sicurezza sul lavoro – non hanno potuto far altro che constatare il decesso del 47enne.

Luigi Viviani, deceduto come il fratello Doriano

La prematura scomparsa di Luigi Viviani ha gettato nello sconforto familiari e amici, costretti a rivivere per la seconda volta il medesimo luglio. Circa 25 anni fa, infatti, anche il fratello di Luigi, Doriano Viviani, aveva perso la vita a causa di un incidente sul lavoro.

A questo proposito, si è espresso Stefano Viviani, nipote del 47enne recentemente rimasto ucciso e figlio di Doriano Viviani nonché sindacalista della Cisl, al Tirreno. Stefano Viviani ha raccontato: «Mio padre Doriano morì il 12 febbraio del 1996 mentre stava tagliando delle piante. Era una guardia della comunità montana e, quel giorno, era andato a far legna per nostra casa sulla strada per Arni: la pianta che stava segando, però, improvvisamente si piegò, andando ad appoggiarsi su un cavo dell’alta tensione. Morì folgorato. Aveva 43 anni, venti più di suo fratello Luigi, che proprio per questa differenza anagrafica lo considerava più un padre che un fratello. Spesso mio zio rimuginava su quell’incidente e purtroppo la vita gli ha regalato una sorte analoga».

Contents.media
Ultima ora