×

Bologna, denunciato sieropositivo per aver nascosto siringhe al supermercato

Un sieropositivo di circa 50 anni è stato denunciato per aver nascosto tre siringhe in luoghi pubblici, mettendo a rischio la salute degli altri clienti.

Sieropositivo denunciato

Un sieropositivo di mezz’età è stato denunciato dopo aver nascosto tre siringhe in un negozio e tra gli scaffali di un supermercato, mettendo a serio rischio la salute dei clienti.

Sieropositivo denunciato per aver nascosto delle siringhe

L’uomo responsabile di un simile gesto è stato identificato dal corpo dei carabinieri di Castenaso come un italiano sieropositivo residente in provincia di Bologna.

Il soggetto, rapidamente rintracciato, è stato denunciato per tentate lesioni personali aggravate ed è stato sanzionato per aver abbandonato le siringhe presso attività commerciali aperte al pubblico.

Al momento del ritrovamento, i carabinieri hanno scoperto il 50enne in possesso della documentazione medica che certifica la sua positività all’Hiv e di ben 55 siringhe nuove.

Attualmente, è ancora da verificare se le siringhe nascoste fossero infette e se l’intenzione del soggetto fosse finalizzata alla trasmissione dell’Hiv ad altre persone.

I campioni sequestrati sono stati depositati presso il Reparto Investigazioni Scientifiche di Parma per essere sottoposti a indagini tecnico-scientifiche.

Il ritrovamento delle siringhe e l’intervento dei carabinieri

Le siringhe lasciate dal sieropositivo sono state rinvenute in differenti circostanze, in un periodo di tempo compreso tra l’8 e il 18 gennaio 2021. Due siringhe sono state abbandonate tra la merce esposta in un negozio mentre la terza è stata nascosta tra i prodotti per l’igiene orale disposti su uno scaffare in un supermercato.

Le siringhe sono state individuate dal personale impiegato presso i punti vendita che hanno prontamente allertato i carabinieri. Dopo aver raccolto il materiale, gli agenti hanno esaminato i video di sorveglianza e raccolto testimonianze che hanno permesso di risalire velocemente all’artefice del gesto.

Contents.media
Ultima ora