×

Rsa di Robbio, tanti operatori sanitari non vogliono il vaccino

Momenti di tensione all’interno della struttura che cura gli anziani.

Vaccino Covid
Vaccino Covid

È estremamente preoccupante quanto sta accadendo in un alcune Rsa dove gli operatori sanitari stanno rifiutando il vaccino contro il Covid-19: la questione è molto delicata ed è piuttosto grave in una residenza assistenziale sanitaria di Robbio, in provincia di Pavia. Sarebbero oltre 10 i dipendenti che avrebbero rifiutato la vaccinazione.

Rsa di Robbio, vaccino rifiutato

La disinformazione è galoppante e girando sui social network, o comunque sulla Rete in generale, è facile cadere nei tranelli e nelle fake news. In alcuni casi il personale sanitario si giustifica parlando di un “vaccino non sicuro“, in altri che possa “nuocere all’organismo”.

I numeri

Purtroppo non si tratta dell’unico caso in tutto il mondo. Un farmacista statunitense ha persino reso inutilizzabili decine di fiale del vaccino Moderna.

Secondo l’uomo si tratterebbe di un prodotto non sicuro e allo stesso tempo che modificherebbe il DNA: si tratta di elementi non veritieri, gli ennesimi che girano su Internet. Le false notizie, soprattutto in un periodo come questo, acquisiscono sempre più significato e consistenza. Nel frattempo in Lombardia sono stati da poco diffusi i dati sulla campagna di vaccinazione contro il Covid-19. Un operatore sanitario su dieci ha rifiutato la dose del vaccino.

Nel frattempo si lavora per completare il richiamo con la seconda dose. La situazione continua a evolversi in tutta l’Italia e a breve si deciderà per il cambio di colore di alcune regioni. Da un lato c’è chi spera di passare a misure meno stringenti, dall’altro chi invece rischia di finire addirittura in zona rossa per l’aumento dei contagi.

Contents.media
Ultima ora