×

Via Guttuso diventa via Gattuso: il curioso caso a Magnago

Via Renato Guttuso a Magnago diventa via Gattuso, proprio come "Ringhio". La sindaca Carla Picco si è scusata per l'errore di toponomastica.

via Gattuso

Sul web ci sono cose che diventano virali all’improvviso, tra cui molti errori presenti sulla segnaletica stradale italiana. Così il cartello della nuova strada dedicata al pittore siciliano, via Guttuso, a Magnago (provincia di Milano) era stato appena messo al suo posto quando i cittadini si sono accorti dello scambio di persona.

Infatti, al posto di Guttuso c’era scritto Gattuso, come l’allenatore del Napoli Rino.

Via Guttuso diventa via Gattuso

In pochi giorni l’errore sul cartello stradale è diventato virale, valicando i confini dell’hinterland milanese con tanto di foto del cartello stradale, che doveva essere un omaggio al pittore Renato Guttuso ma era diventato per errore Renato Gattuso, attuale allenatore del Napoli.

Il cartello sbagliato piantato nel comune milanese doveva essere un tributo al pittore di origini palermitane Renato Guttuso, ma agli appassionati di calcio non è passato inosservato il cambio d’identità con il cognome del campione calabrese.

Le scuse della sindaca

Sono giunte moltissime segnalazioni da parte dei cittadini, motivo per cui la sindaca Carla Picco si è scusata con un post su Facebook, scrivendo: “ringraziamo tutti i cittadini che ci hanno segnalato l’errore nei nuovi cartelli verticali della via Renato Guttuso”, con tanto di rassicurazioni agli abitanti: “Il fatto è stato segnalato e con la nostra Polizia Locale appureremo le responsabilità e faremo in modo che i cartelli corretti siano posizionati quanto prima“.

Nata a Napoli, giornalista pubblicista dal 2006 dopo una laurea specialistica in editoria, giornalismo, comunicazione multimediale alla Sapienza. Collabora con Il Mattino e Rumors.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Roberta Mazzacane

Nata a Napoli, giornalista pubblicista dal 2006 dopo una laurea specialistica in editoria, giornalismo, comunicazione multimediale alla Sapienza. Collabora con Il Mattino e Rumors.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora