×

Varianti Covid, Pregliasco suggerisce l’uso di una terza dose di vaccino

Il virologo Fabrizio Pregliasco ha suggerito di somministrare una terza dose di richiamo del vaccino per proteggersi dalle nuove varianti del Covid.

fabrizio pregliasco sul vaccino anti covid

L’impatto delle nuove varianti di Covid-19 attualmente diffuse in gran parte d’Europa entra a pieno titolo nel dibattito scientifico italiano, con diversi esperti che si interrogano sull’effettiva efficacia del vaccino di fronte a questi nuovi ceppi.

Tra questi anche il virologo dell’Università Statale di Milano Fabrizio Pregliasco, che ha suggerito per il prossimo futuro la somministrazione di una terza dose di vaccino anti Covid come richiamo per le varianti che si presenteranno nei prossimi mesi o anni.

Varianti Covid, le ipotesi sul vaccino

Intervistato da Adnkronos Salute, il virologo ha spiegato che proprio come con l’influenza stagionale potrebbe essere necessario effettuare un richiamo del vaccino contro le nuove mutazioni del coronavirus: Bisognerà a questo punto immaginare nel prossimo futuro una dose di richiamo.

Un po’ come si fa con l’influenza”.

Secondo Pregliasco tuttavia, l’ipotesi di una terza dose dovrà essere valutata in primi per quei vaccini che a oggi non si sono dimostrati particolarmente efficaci con le varianti del Covid. Il riferimento è ovviamente al vaccino di AstraZeneca, che secondo i dati preliminari non sarebbe efficace contro la variante sudafricana, seppur nei casi di infezioni lievi e moderate: “La possibilità di una terza dose di richiamo andrà valutata di sicuro per AstraZeneca ma penso andrà pensata eventualmente anche per gli altri”.

Al momento in Italia è stato registrato un solo caso di variante sudafricana, ma per poterne sapere di più sarà necessario secondo Pregliasco proseguire con il: “Monitoraggio delle varianti e il sequenziamento genetico [dei campioni virali ndr] Un punto su cui assolutamente in Italia dovremmo lavorare di più”.

In merito invece alle misure che possono essere messe in atto per evitare un’ulteriore diffusione delle varianti, Pregliasco ha affermato: Il divieto di spostamento fra Regioni dovrebbe essere mantenuto.

È importante andare avanti, soprattutto per evitare la diffusione delle varianti di Sars-CoV-2. È questo l’elemento che preoccupa. Speriamo che ci sia un coordinamento corretto per evitare pasticci”.

Contents.media
Ultima ora