×

Covid, centro Italia allarme varianti: ipotesi quarantena di 21 giorni

Condividi su Facebook

Allarme varianti covid nel centro Italia: crescono i casi del ceppo inglese in Abruzzo, Marche e Umbria.

centro Italia allarme varianti covid

C’è grande allerta nel Centro Italia per la diffusione delle varianti covid ritenute dal mondo scientifico fortemente più veloci nella loro trasmissione. I dati confermano quanto affermato: nelle Marche e in Abruzzo il 50% dei nuovi contagi è riconducibile al ceppo inglese, in Emilia – Romagna il 30%.

In Umbria, invece, ha preso piede la cosiddetta variante brasiliana, rilevata nello specifico a Chiusi. Anche il dato in merito alla contagiosità maggiore di questi modificazioni del virus sembra essere confermato da un crescente numero di contagi nei territori cui si fa riferimento. In virtù di questi dati il ministero della Salute e l’Iss hanno sottoposto al parere del Comitato tecnico scientifico la possibilità di una nuova stretta sulla regole della quarantena, che potrebbe dunque essere prorogata fino a 21 giorni.

Allarme nel centro Italia per le varianti covid

La paura è che la presenza delle varianti in Italia possa essere sottostimata. I casi accertati al momento del ceppo inglese sono 162, ma per avere un quadro più dettagliato è stato disposto dal ministero che tutti i tamponi positivi dello scorso 3 e 4 febbraio vengano analizzati alla ricerca della variante inglese.

I risultati dovranno essere comunicati all’Istituto superiore di sanità entro l’11 febbraio.

Fino a questo momento la maggiore incidenza di varianti è stata registrata nelle Regione del Centro Italia. Il direttore dell’Istituto zooprofilattico di Abruzzo e Molise, dove vengono anche analizzati i tamponi effettuati in Umbria, Nicola D’Alterio, ha così commentato i test fin qui effettuati: “Il ceppo britannico compare sempre più spesso. È evidente che cammini più degli altri. Vediamo casi in età sempre più basse”. Una situazione dunque da tenere sotto stretta osservazione e che potrebbe portare a nuove chiusure e lockdown mirati.

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora