×

Delitto Ilenia Fabbri, ex marito indagato per concorso in omicidio

L'ex marito di Ilenia Fabbri è indagato per concorso in omicidio. Gli inquirenti sono convinti che il delitto sia stato commissionato.

Ilenia Fabbri
Ilenia Fabbri

Importante svolta nelle indagini sull’omicidio di Ilenia Fabbri, donna di 46 anni uccisa nella sua abitazione a Faenza, la mattina di sabato 6 febbraio. La procura ha iscritto nel registro degli indagati l’ex marito della vittima, Claudio Nanni, da cui era separata dal 2018.

Ex marito di Ilenia Fabbri indagato

L’accusa per Claudio Nanni è quella di omicidio pluriaggravato in concorso con una persona che al momento rimane sconosciuta. Prima dell’accusa sono state eseguite delle perquisizioni nell’abitazione e nell’officina dell’uomo. Il suo alibi era uno di quelli che inizialmente erano stati ritenuti inattaccabili. Claudio Nanni era in viaggio verso Milano con la figlia, per comprare un’automobile da un privato.

A chiamare la figlia di Ilenia Fabbri, era stata un’amica che a momento dell’omicidio si trovava in casa ed era riuscita a vedere di sfuggita un killer, pensando che fosse un ladro. La donna si era chiusa nella sua stanza e aveva chiamato aiuto. L’assassino, probabilmente, non sapeva che in quel momento in casa era presente un’altra persona oltre Ilenia.

Dopo un secondo sopralluogo nell’abitazione di Ilenia Fabbri, è stata esclusa la pista di una rapina sfociata in omicidio.

In casa non c’erano segni di effrazione quindi, quasi sicuramente, il killer aveva una copia delle chiavi oppure conosceva bene Ilenia. Al piano di sopra sono state trovate tracce di sangue, per cui gli inquirenti sono convinti che l’aggressione sia iniziata in quel punto. La donna avrebbe cercato di scappare, per poi essere uccisa con un taglio alla gola in cucina. Il coltello è stato poi ripulito in fretta, prima che l’assassino si allontanasse.

In questo momento l’ipotesi è quella di omicidio su commissione. L’amica della figlia di Ilenia, presente in casa al momento dell’omicidio, ha descritto quello che era convinto fosse un ladro come un uomo molto alto, con le spalle grosse e i vestiti scuri. La testimone ha sentito Ilenia dire “Chi sei? Cosa vuoi?” prima di sentire le sue urla e chiamare aiuto. Subito ha pensato ad un furto in casa, ma il killer è scappato immediatamente dopo la morte di Ilenia ed è quasi certo che non fosse a conoscenza della presenza di una seconda persona in casa.

Contents.media
Ultima ora