×

Regioni a rischio zona arancione o rossa: si teme per Umbria e Molise

Una regione a rischio rosso e quattro che temono di diventare arancioni: come potrebbe cambiare la mappa cromatica dell'Italia?

covid zona arancione 768x512

Mentre si attende il monitoraggio dell’ISS che determinerà i nuovi colori delle regioni, ce ne sono alcune che secondo i dati degli ultimi giorni sono a rischio zona arancione o rossa. L’Umbria, che ha istituito delle micro fasce rosse, potrebbe infatti finire tutta in lockdown mentre Molise, Abruzzo, Toscana e Campania potrebbero diventare arancioni dopo il recente aumento dei contagi.

Regioni a rischio zona arancione o rossa

In Umbria sono infatti già una sessantina i comuni finiti in rosso dopo lo scoppio di una serie di focolai legati alle varianti inglese e brasiliana. Il resto della regione è rimasto arancione, ma si teme che il Ministero possa farla finire tutta in fascia rossa per frenare la circolazione del virus e far calare gli ospedali, la cui occupazione è ancora sopra la soglia considerata critica.

Osservate speciali anche Abruzzo e Molise, dove anche qui negli ultimi giorni si è registrato un aumento dei casi positivi a causa della diffusione del virus mutato. Per questo si teme che i parametri osservati dall’ISS possano farla finire in zona arancione. Stesso timore anche per la Toscana, il cui governatore Eugenio Giani ha affermato che “il pericolo di andare in fascia arancione è oggettivo. I dati che trasmettiamo segnalano una salita graduale nel numero dei contagi.

Non allarmante ma c’è“.

A preoccupare è in particolare la situazione nell’area di confine con l’Umbria con le varianti che accelerano il propagarsi del contagio, tanto che Chiusi (Siena) è già in zona rossa. Potrebbe infine rischiare la fascia arancione anche la Campania in cui, secondo il report della Fondazione Gimbe, stanno aumentando le criticità.

Contents.media
Ultima ora