×

Vaccini, De Luca in Campania pensa allo Sputnik V

Sebbene l’Ema non ha ancora dato il via libera al vaccino anche nell’Unione Europea, pure la Campania è interessata al vaccino russo Spuntnik V.

Campania, il presidente vuole comprare il vaccino russo

Tre giorni fa, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, nella sua diretta del venerdì sulla sua pagina Facebook ha annunciato che la Campania vuole comprare autonomamente i vaccini anti-Covid per aiutare la popolazione. Secondo De Luca, infatti, vi è una grande illusione nella distribuzione dei vaccini, in quanto solo 140mila persone hanno ricevuto le due dosi di vaccino in Campania.

Stiamo parlando di un numero piuttosto basso e ciò è dovuto alla mancanza di dosi. Ciò ha provocato che la Campania è tra quelle regioni interessata all’acquisto dello Sputnik V, vaccino russo, che ha mostrato avere un’elevata efficacia

LEGGI ANCHE>> Vaccino russo, gli ultimi studi attestano lo Sputnik efficace al 91,6%.

De Luca, il governatore vuole comprare per la Campania il vaccino russo

Il vaccino Sputnik V non è ancora, tuttavia, reperibile nell’Unione Europea:  l’Ema, ossia l’agenzia europea del farmaco stesso, non ha ancora dato l’ok.

Ma tale vaccino è interessante poichè ha dimostrato una efficacia superiore al 90%, sebbene potrebbe avere problemi circa la produzione.

Intanto, oggi a Napoli è arrivata la prima parte delle 48.400 dosi del vaccino Pfizer, le quali erano previste dal piano vaccinale. Ma non solo, anche le 28.400 dosi del vaccino AstraZeneca sono giunte a destinazione. Quest’ultime sono già state distribuite alle tre Asl di Napoli e alle altre quattro dei rispettivi capoluoghi di provincia.

Entro la fine di questa settimana, inoltre, AstraZeneca verrà somministrato al personale scolastico al di sotto dei 55 anni: la Regione Campania ha, infatti, deciso di aprire le vaccinazioni anche ai dirigenti scolastici, nonostante il vaccino finora poteva essere prenotato solo agli ultra ottantenni.

Contents.media
Ultima ora